TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’attacco di Per Johansson all’organizzatore svedese del Mondiale

“Il falso successo è soddisfacente?”

Aggiornato il 02.43 | Pubblicato il 2023-12-02 22.41

Gutenberg. Sportbladet ha potuto scoprire come è stata forgiata la strada della Svezia verso la medaglia nel bagno di casa.

Ciò ha portato l’ex capitano svedese Per Johansson ad attaccare le tre nazioni ospitanti della Coppa del Mondo.

“Ora stiamo facendo esattamente la stessa cosa che hanno fatto per decenni i paesi che abbiamo puntato ad alta voce con il dito medio”, ha scritto su X Johansson, ora capitano della nazionale olandese.

In vista del debutto della Svezia nella Coppa del Mondo di venerdì, Sport Bladet ha descritto come gli organizzatori di Svezia, Norvegia e Danimarca hanno cercato di darsi un percorso il più semplice possibile verso le semifinali, piazzando otto squadre negli otto gironi diversi già prima del sorteggio, consentendo loro di qualificarsi per le semifinali. I capitani delle Nazionali decidono che le squadre vogliono incontrarsi nel girone centrale e poi trovare un compromesso tra loro.

Ciò significa che se Svezia, Norvegia e Danimarca giocano bene le loro carte e vincono ogni turno intermedio, non c’è pericolo che si incontrino o si incontrino con la Francia ai quarti di finale.

Questa azione rende molto turbato il capitano svedese dell’Olanda, Per Johansson, che ha capitanato il Blajolt nel 2005-12.


Per Johansson.

Su X (ex Twitter) lui sta scrivendo:

“In passato lo sport significava correttezza e parità di condizioni. Poi è seguito un periodo di insabbiamento in cui si poteva solo intuire la verità sotto il tappeto. Oggi non è nemmeno nascosto che chi spettegola più forte ottiene il più possibile È diventata (la pallamano) come la società nel suo insieme”.

READ  La sorella minore di Armand Duplante, Joanna, vuole competere per la Svezia

“Solo un manifesto politico”

Johansson, che non vuole essere intervistato sull’argomento, continua:

“Gli scandinavi hanno imparato il ‘gioco dietro le quinte’ come nessun altro paese. Ora stiamo facendo esattamente la stessa cosa che i paesi che abbiamo ad alta voce puntato con il dito medio hanno fatto per decenni. Non siamo interessati a cambiare la cultura, loro sono solo manifesti politici, ecco come lo interpreto”.

Ha terminato il razzo a tre stadi su X con:

“La verità è che se vogliamo interpretare correttamente l’articolo, gli organizzatori si siedono a una tavola rotonda e discutono chi vogliono incontrare e poi trovano una soluzione che sia la migliore per tutti. “Il falso successo è emotivamente soddisfacente quanto il successo? che è più o meno creato”, chiede retoricamente Johansson.

Sabato sera, l’Olanda di Johansson ha ottenuto la seconda vittoria consecutiva nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo battendo il Congo per 40-20. Pertanto, il candidato alla medaglia si qualifica per il turno intermedio anche se rimane una partita nella fase a gironi di apertura.

La Coppa del Mondo di sabato è stata tranquilla con una serie di vittorie impressionanti per i favoriti. Allo stesso modo, la partita Polonia-Giappone, terminata 32-30, non era stata una sorpresa.

WC generale svedese Christer Bergström.