TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La scala di stato è stata sostituita dalla strategia di eliminazione: ecco come è andata

La condizione controversa e criticata è stata che gli organizzatori, in questo caso i club, sono stati puniti in vari modi se i loro tifosi non hanno agito o se ci sono stati altri disordini.

Sembra essere solo un ricordo quando la polizia ora sta lavorando con il calcio sulla “strategia dell’esclusione”.

Invece della punizione collettiva, la nuova strategia consiste nel raggiungere coloro che stanno dietro i disordini.

All’inizio di questa settimana, la polizia, la Federcalcio svedese e il calcio svedese hanno dato una valutazione per il primo terzo della stagione.

La strategia di esclusione ha funzionato perché siamo riusciti a identificare e sospendere un gran numero di persone che hanno commesso vari crimini nei nostri cantieri, afferma Per Eliasson, responsabile per i problemi di sicurezza presso Svensk Elitfotboll, a svenskelitfotboll.se.

“Tuttavia, possiamo dire che ci sono cose su cui lavorare, non ultimo quando si tratta di sbarazzarsi delle cose scartate, che sembra stia diventando una tendenza in tutta Europa”, continua Eliasson.

A causa del nuovo modo di lavorare, più di 100 persone sono state escluse dalla partecipazione a partite e altri eventi sportivi. Questo proprio a causa di comportamenti disordinati, violazioni e reati commessi.

Ci auguriamo che in futuro vedremo gli effetti della rimozione di individui criminali attivi e che ciò migliorerà la situazione ordinata nel calcio, ha detto a svenskelitfotboll.se il capo del dipartimento del Dipartimento per le operazioni di polizia nazionale, Per Engstrom.

READ  Jan Anderson indignato per presunto razzismo contro Ilanga: "È un peccato"