TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La nuova regola degli agenti che cambia la pallamano

Il giocatore deve essere addebitato al posto del club

Nel mondo della pallamano è consuetudine che il club paghi l’agente.

Sportbladet può rivelare che è normale che il club paghi l’8% dello stipendio lordo di un giocatore a un agente ogni stagione.

– Molti giocatori stanno guidando dietro la luce, dice una fonte con grande trasparenza.

Dal 1 luglio verrà interrotto quando verranno introdotte nuove regole.

Gli agenti di pallamano stanno diventando sempre più numerosi man mano che più soldi entrano nello sport.

È consuetudine sia in Svezia che in Europa per la pallamano che il club sia responsabile della quota dell’agente.

Molti giocatori non hanno un accordo scritto con il proprio agente che indichi quanto l’agente sottrae all’accordo. Quindi questi giocatori non vedono mai quanto del loro potenziale stipendio l’agente sottrae quando fattura al club. Molti giocatori vengono guidati dietro la luce, dice qualcuno che ha una grande conoscenza di questa parte del mondo della pallamano ma desidera rimanere anonimo.

Guadagna i suoi soldi sullo stipendio del giocatore

Ma dal momento che nel mondo della pallamano non ci sono quasi commissioni di trasferimento perché i club aspettano la scadenza dei contratti dei giocatori con il club in cui giocano (è normale che i club firmino contratti con giocatori che entrano in vigore dopo un anno e mezzo o due anni), gli agenti guadagnano i loro soldi sugli stipendi dei giocatori e su eventuali bonus di accesso.

Sportbladet può rivelare che gli agenti in genere ricevono l’8% dello stipendio totale e qualsiasi bonus di iscrizione. Ciò vale non solo per il primo anno di contratto, ma per ogni stagione a cui si applica il contratto.

READ  Markus Krunegård ha cantato la nuova traccia della carriera dell'IFK Norrköping

L’8% è un record sia in Svezia che in Europa, afferma una fonte con informazioni dettagliate su Sportbladet.

Se un giocatore svedese firma un contratto triennale con un club della Bundesliga e guadagna 100.000 al mese, l’agente del giocatore guadagnerà 96.000 SEK all’anno per tre anni (totale 288.000).

THW Kiel si trasferirà al Kolstad norvegese il prossimo anno, Sundar Sagosin.

‘Sensazione chiara e diretta’

Ora ci sarà un cambiamento in questo.

Dopo che i principali club europei e un certo numero di leghe hanno spinto la causa davanti alla International Handball Federation dal 1 luglio di quest’anno, la nuova regola significa che l’agente non può più addebitare commissioni sia al club che al giocatore in caso di trasferimento o estensione . .

L’agente può rappresentare solo una parte e la parte rappresentata dall’agente deve pagare l’agente, afferma Peter Gentzel, in Swedish Elite Handball.

Chi dà l’assegnazione a qualcuno deve pagare. È una sensazione semplice, afferma Stefan Albrechtson, club manager del Sävehof.

Di solito erano i club a dover sostenere i costi?

– Sì, è stato coerente, conferma Albrechton.

Tuttavia, se il club assume un agente, ad esempio, per trovare un centrocampista per la sua squadra, il club deve pagare i costi associati a questo compito. Il cliente deve pagare.

– Quindi, sarà molto importante chi ha effettuato la connessione, e quindi tutto sarà documentato via e-mail e SMS in futuro, a differenza di prima quando iniziava spesso con una conversazione più fluida tra l’agente e il club su ciò che è in commercio, spiega una fonte anonima.

Pietro Genzel.

Non costa meno per i club

Ma i club non dovrebbero pensare che i giocatori saranno più economici solo perché non devono pagare un agente. Invece, il prezzo o lo stipendio del giocatore sarà aumentato dell’otto percento perché ora sarà lui il giocatore che paga l’agente, che a sua volta non lavora gratuitamente ovviamente.

READ  EC 2021: Lothar Matthaus: l'Inghilterra merita un rigore

– Il risultato è che il costo dei club sarà lo stesso, ma i soldi vanno invece al giocatore, poi il giocatore deve sostituire l’agente, anche questo è assolutamente vero. In caso contrario, lo stipendio del giocatore viene pagato all’agente e quindi aggiunto al reddito del giocatore. Ora sarebbe ancora più corretto secondo la legislazione fiscale svedese, afferma Peter Gentzel.

Da fonti Sportbladet con grande trasparenza:

– I giocatori avranno un potere o un ruolo completamente diverso. Imparano anche a rendersi conto davvero di quanto “donano” il loro agente ogni anno quando l’agente ora deve invece fatturare il giocatore ogni anno.

In caso di mancato rispetto della nuova regola, sarà applicata una penale, che non è ancora nota.