TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La metà dei giocatori non riesce a superare il primo boss ma non sono le differenze a essere colpa…

La metà dei giocatori non riesce a superare il primo boss ma non sono le differenze a essere colpa…

Come abbiamo riportato ieri, ca Metà dei giocatori comprarono anello di fuocoIl fenomeno videoludico al momento, non ancora sconfitto ho rinunciato Al primo “vero” presidente. A prima vista, si potrebbe pensare che la colpa sia nell’elevata frequenza di sfida del gioco, secondo la tradizione di FromSoftware. Ma è davvero così?

Indubbiamente, la difficoltà di Elden Ring può intimidire alcuni utenti, soprattutto quelli che si avvicinano per la prima volta a una persona soul-like, ma sospettiamo che questo sia l’unico fattore che spinge un utente a rinunciare a un titolo in corso. Al contrario, a un esame più attento, è possibile scoprire che i giochi FromSoftware hanno effettivamente un tasso di completamento medio in linea con quello di altri giochi ritenuti più “user friendly”.

Prendiamo altri giochi FromSoftware come esempio. Secondo la performance di Steam, nella competizione Dark Souls, solo il 40% circa dei 4 giocatori sono stati sconfitti dai Lord, che è il passaggio necessario per arrivare a un’estremità del gioco. In Dark Souls 2, il gioco meno popolare della serie, solo il 38,1% dei giocatori ha visto la fine.

Prendiamo ora come esempio un gioco di grande successo con molta difficoltà che può essere ampliato a piacimento come God of War. Sapete quanti l’hanno completato? Solo il 42,9%. The Witcher 3? 24,4%. E ancora, Guardiani della Galassia della Marvel 37,5% e Doom Eternal 35,3%.

anello di fuoco

Possiamo andare avanti, ma il concetto dovrebbe essere chiaro, anche se ci sono ovvie eccezioni nel mezzo. Tutto questo per provare cosa?

Prima di tutto, nonostante ammiri lo spirito di FromSoftware famosa difficoltà, quello che dovrebbe mettersi in ginocchio (almeno nella mente di alcuni giocatori che sono distorti e un po’ insicuri delle proprie abilità) ha tassi di completamento medi simili, o almeno simili, ai “giochi della folla”. Ciò significa che ogni persona nel più profondo di sé non dovrebbe aver paura di troppo poche morti o di un capo particolarmente difficile.

Il secondo punto, che è un punto dolente, è che una grande percentuale di giocatori spende i propri soldi gettandosi spietatamente in giochi che Non sarà mai completato. Acquistane uno, prenditi qualche ora, annoiati e passa alla prossima nuova versione o torna alle rilassate spiagge di sport / multiplayer / giochi gratuiti che di solito sono organizzati in modo tale che gli utenti siano ansiosi per lunghi periodi di tempo.

Limiti di tempo in una società sempre più frenetica e soffocante, acquisti fatti senza informazioni approfondite su un prodotto o per seguire la moda del momento, salti infiniti e sempre incoraggiati da offerte abbondanti e allettanti… Possiamo discuterne a lungo, magari sarà il giorno dopo Parliamone.

Prima di partire, ti chiediamo, hai mai rinunciato a un gioco perché è così difficile?

Parliamone è una rubrica di opinione quotidiana che fornisce uno spunto per discutere le notizie del giorno, un piccolo editoriale scritto da un membro della redazione ma non necessariamente della linea editoriale di Multiplayer.it.

READ  Il regista conferma le idee per Days Gone 2: "A Shared World with a Collaborative"