TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La bufera inglese sui rapporti tra i giocatori non è un problema in Nazionale

La scorsa settimana, il Leicester City ha esonerato l'allenatore femminile Willie Kirk.

Secondo i media britannici, il 45enne avrebbe avuto una relazione con uno dei giocatori della squadra, e nel calcio inglese nelle ultime settimane sono scoppiate polemiche.

Cos'era? Appena, Come nel caso di Kirk, sulla critica ai rapporti tra allenatori e giocatori. Quando all'allenatore del Chelsea Emma Hayes è stato chiesto in merito in una conferenza stampa a metà marzo, ha ampliato l'argomento:

– I rapporti tra giocatori e allenatori sono inappropriati. Secondo quanto riferito, Hayes ha affermato che i rapporti tra i giocatori erano inappropriati Guardiano I problemi che possono sorgere intorno a quest'ultimo sono elencati:

-Un giocatore può giocare, l'altro no. Uno potrebbe essere nell'ultimo anno del contratto e l'altro no.

– Come sappiamo, il calcio femminile è stato uno sport amatoriale per molto tempo, quindi ci sono sfide che dobbiamo superare.

L'allenatore del Chelsea Emma Hayes è in conversazione con la stella della nazionale inglese Jess Carter dopo giorni di commenti sulle relazioni

Foto: Paul Dennis/TT

Dichiarazione sulle relazioni dei giocatori Non è atterrato bene.

Al Chelsea, la stella inglese Jess Carter, presente insieme alla compagna di squadra tedesca Anne-Katrin Berger, ha espresso la sua ammirazione per una serie di duri post critici sul sito X (ex Twitter) rivolti a Hayes, che hanno ricevuto grande attenzione dalla stampa britannica . .

Pochi giorni dopo, Emma Hayes, nella cui squadra in precedenza figurava la coppia svedese-danese Magdalena Eriksson/Pernille Harder (ora al Bayern Monaco), ha ritrattato la sua scelta di parole.

“Io e Jess ovviamente ne abbiamo parlato”, ha detto l'allenatore del Chelsea Sky Sport.

– Non credo fosse giusto da parte mia usare la parola “inappropriato” quando si parla di giocatori.

Il capitano della nazionale svedese Peter Gerhardsson.

Foto: Christine Olson/TT

Solo Jess Carter È una delle stelle che venerdì scorso hanno affrontato la Svezia nelle qualificazioni agli Europei allo stadio di Wembley.

La coppia del Brighton, Emma Kolberg e Giulia Zigiotti-Olmi, fa parte della squadra svedese che martedì affronterà la Francia in casa, ma il capitano della Svezia Peter Gerhardsson non condivide l'immagine di Emma Hayes delle relazioni tra i giocatori come qualcosa di problematico.

– Non ne abbiamo mai parlato, dice in generale sull'argomento.

-Non abbiamo mai pensato di non escludere giocatori che hanno una relazione con un altro giocatore, ma escludiamo i migliori. Stessa cosa con chi ha una relazione, a volte possiamo uscirne solo con uno, non con entrambi.

A differenza di La squadra del club e la nazionale si riuniscono solo dieci giorni alla volta e il capitano della nazionale continua. Ma anche come allenatore di una squadra di club, non ha mai riscontrato problemi nei rapporti tra i giocatori all'interno della squadra.

– Ma come per tante altre cose, stiamo parlando di persone. Se Emma Hayes la pensa così, quella è la sua immagine, ma non è sicuro che un altro allenatore riterrebbe che la relazione di un altro giocatore in un'altra squadra di club fosse un problema.

È una questione delicata nel calcio?

– È delicato se ora è diventato un problema, ma penso che dovresti essere più chiaro su quale sia il problema in questo caso.

La coppia della nazionale svedese Emma Kolberg e Julia Zigiotti Olmi (entrambe Brighton).  Foto d'archivio.

Foto: Michael Eriksen/Bildeberan

Durante la riunione della Nazionale L'anno scorso la centrocampista Giulia Zigiotti raccontò a Olmi come pensa la società quando giochi nella stessa squadra con il tuo compagno. Lei e il difensore della nazionale Emma Colberg erano vicini alla scadenza dei loro contratti con il club inglese Brighton, che sono stati successivamente prorogati:

-Nel mondo dei sogni, ovviamente vogliamo giocare insieme e poter vivere insieme. Ma il calcio è quello che è.

– Non posso chiedere: “Non andrò lì a meno che non venga Emma”, ma devi trovare qualcosa che funzioni per entrambi.

Ex stella del Chelsea Magdalena Eriksson ha detto, giovedì alla conferenza stampa della nazionale svedese, di essere rimasta “scioccata” quando ha sentito per la prima volta la dichiarazione dell'ex allenatore Emma Hayes riguardo ai rapporti tra i giocatori.

“La mia opinione è che durante il periodo in cui Pernell (Hard) e io giocavamo al Chelsea, non c'era alcun problema”, ha detto il difensore centrale svedese secondo Giornale Al-Masaa.

– Mi è stato anche detto che lei (Hayes) ha cercato di chiarire che molte cose erano state estrapolate dal contesto… ma quello che ho ritenuto fosse un problema con l'affermazione era che questo veniva paragonato alle relazioni manager-giocatore, che penso sia tutta un'altra cosa.

Tutto ruota intorno Professionalità e attitudine, continua Ericsson:

– Penso che questa sia la cosa più importante. Ho giocato in molte squadre in cui i giocatori avevano un compagno di squadra e tutto è stato gestito in modo incredibilmente professionale.

La giocatrice della nazionale svedese Magdalena Eriksson (a destra) e la sua compagna danese Pernille Harder indossano le maglie del Chelsea 2021. Oggi entrambe le stelle giocano per il Bayern Monaco.

Foto: Björn Larsson Rosvall/TT

READ  Christopher Olson cerca vendetta nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo FIFA