TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Kristersson sulla cooperazione dell’UE con l’ID: “È molto difficile da vedere”

Kristersson sulla cooperazione dell’UE con l’ID: “È molto difficile da vedere”

Lunedì il leader del KDP Ebba Bush in un'intervista al quotidiano britannico Daily Mail ha parlato della possibilità che il partito prenda in considerazione una collaborazione con i partiti filorussi dell'estrema destra europea. Giornale Al-Masaa. Ciò vale per l'identità del gruppo del partito, che comprende, tra gli altri, il partito francese di destra Raggruppamento Nazionale.

Poi si tratta di questioni che non riguardano l’Ucraina.

Elezioni europee 2024

  • I democratici svedesi si astengono dal votare in più di sei voti al Parlamento dell'Unione europea

  • Il deputato al Parlamento europeo Jürgen Warborn nella piazza principale di Warburg durante la campagna elettorale del 2024.

    Elezioni europee: Jurgen Warburn (M) vede qualche svantaggio nell'intelligenza artificiale?

– Penso che sia stupido in questi tempi in cui assistiamo ad una guerra in Europa per affrontare situazioni filo-russe, bisogna stare molto attenti a questo. Per noi il materiale è decisivo, trovo molto difficile che scenderemo a compromessi con i partiti che non sostengono l'Ucraina e non mantengono una linea contro l'antisemitismo, ha detto a SVT.

Successivamente ha chiarito sulla Piattaforma X che la dichiarazione non includeva alcuna “nuova informazione sulla cooperazione a livello dell’UE”.

“Si possono avere le stesse opinioni su alcune questioni – sì, e poi i partiti possono giungere ad una causa comune votando equamente ma senza una cooperazione permanente, cioè negoziati in cui ci muoviamo e compromettiamo i nostri valori. I Democratici Cristiani non contribuiranno a questo”, ha scritto.

SD vede una potenziale collaborazione nel campo dell'identità

Anche Charlie Weimers, dei democratici svedesi, ha affermato in precedenza che la cooperazione con i partiti identitari potrebbe essere interessante, ad eccezione della questione ucraina.

– Non su Russia e Ucraina. Ma se non vogliamo che i socialdemocratici abbiano un’influenza decisiva sulla politica dell’immigrazione, dobbiamo trovare forme di cooperazione anche con partiti con cui non siamo d’accordo sulle questioni legate alla Russia, dice V. Udienza SVT.

READ  Sir Tony risponde alle critiche

Lunedì, durante un botta e risposta con il primo ministro Ulf Kristersson, ha risposto alla domanda se i moderati prenderebbero in considerazione la collaborazione con i partiti del gruppo identitario.

– Dice: – Trovo molto difficile capirlo.