TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Karen Erickson: Negli Stati Uniti, elettori e politici non sono ingenui

Può essere redditizio – molto redditizio – passare attraverso le porte girevoli tra la politica e la vita lavorativa.

Lo dimostra un nuovo sondaggio tra i funzionari politici statunitensi condotto dalla rivista Forbes Business in collaborazione con la Columbia University e MuckRock.

La recensione copre 77 persone. Hanno lavorato nell’amministrazione Obama fino alla fine di gennaio 2017, poi sono tornati alla Casa Bianca quando Joe Biden è diventato presidente nel gennaio 2021. In quattro anni fuori dalla Casa Bianca, i loro beni sono cresciuti in media del 270%.

Esempio americano Dimostra che molti sono disposti a pagare molto per qualcuno che ha incarichi governativi nel proprio curriculum. Conoscere il processo politico è valuta forte, così come i contatti con persone potenti.

“Potrebbero esserci spiegazioni nel singolo caso, ma è difficile credere che ci sia una spiegazione per tutti”, dice Walter Schop a Forbes. È stato il capo dell’etica all’interno dell’amministrazione sia durante il mandato di Barack Obama che di Donald Trump in carica.

I due presidenti avevano promesso ai loro elettori che avrebbero represso i lobbisti.

“Trump non si preoccupava dei suoi contatti con ricchi donatori, uomini d’affari e lobbisti”

Chi non ricorda Cori che cantano “Drain the Swamp” durante la campagna di Trump del 2016? Non il primo con l’espressione. Ma ha avuto un successo eccezionale negli attacchi contro la candidata dell’establishment, Hillary Clinton.

In qualità di presidente eletto, Trump ha già firmato un’ordinanza presidenziale in cui si afferma che coloro che hanno lasciato la Casa Bianca devono rispettare un periodo di attesa di cinque anni prima di assumere incarichi di lobbying nella stessa area politica.

READ  Attacchi russi al ruolo della cultura nell'Ucraina orientale

Tuttavia, molti dipendenti hanno ignorato le restrizioni. Trump li ha cresciuti prima di lasciare la Casa Bianca.

Non ha avuto scrupoli sui suoi rapporti privati ​​con ricchi donatori, uomini d’affari e lobbisti. Molti dei suoi colleghi avevano sulla coscienza transazioni piuttosto sospette.

La palude divenne più fangosa.

Joe Biden l’ha fatto loro tentativi di chiarimento. In un’ordinanza presidenziale poco dopo il cambio di autorità, ha proibito ai dipendenti di passare direttamente da un lavoro alla Casa Bianca a incarichi di lobby ben pagati.

Lui stesso si è sostanzialmente attenuto alla politica da quando è entrato al Senato mezzo secolo fa. Tuttavia, ora rischia di diventare un esempio di quanto possa essere difficile stare al passo con il mondo degli affari.

Il figlio di Joe Biden, Hunter Biden, è indagato per frode fiscale.  Hard spinge la domanda se stia cercando di trarre vantaggio dalla posizione di suo padre.

Il figlio di Joe Biden, Hunter Biden, è indagato per frode fiscale. Il disco rigido pone la questione se abbia cercato di trarre vantaggio dalla posizione di suo padre.

Foto: CBS domenica mattina

È in corso un’indagine preliminare contro Jr. Hunter Biden, indagato per reati fiscali. All’inizio di luglio, il New York Post ha riferito che il cosiddetto “disco rigido dall’inferno” – un laptop consegnato a una società di computer del Delaware nella primavera del 2019 – conteneva i numeri di cellulare di una lunga lista di alti funzionari politici e aziendali .

La grande domanda, dal punto di vista politico, è se Hunter Biden abbia cercato di trarre vantaggio dalla posizione di vicepresidente di suo padre all’epoca. I repubblicani hanno promesso di avviare la propria indagine sugli affari della famiglia Biden, se il partito otterrà la maggioranza alla Camera dei rappresentanti questo autunno.

Il denaro gioca un ruolo enorme nella politica negli Stati Uniti. È difficile descrivere il paese come un esempio.

Ma almeno gli elettori ei politici americani non sembrano ingenui. Si rendono conto che le connessioni tra potere e affari sono esplosive.

Leggi di più:

Ilya Butligan: Tutti sono tuoi amici quando tutto va bene – se inizi a sanguinare, mangerai

Paige Emilson: La scuola della conoscenza non è un regalo per i contribuenti

Ewa Steinberg: Politici e lobbisti vivono in simbiosi