TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Joanna Hagstrom è entrata nel muro

Johanna Hagstrom ha guidato per 2,5 chilometri.

Poi ha preso il penultimo posto.

– Non pensavo che tu potessi entrare così tanto nel muro…, dice.

Joanna Hagstrom Colpito dalle Olimpiadi in favore di Anna Devick. Poi ha risposto aggiudicandosi il secondo posto nella gara successiva.

Su una classica corsa di 10 km in Val di Fiemme, Hagström ha sparato dalla linea di partenza come da un cannone. Lo specialista nemico ha immediatamente preso l’iniziativa e ha guidato per un tempo inaspettatamente lungo. Era il desiderio di vendetta che sentivi?

Il vantaggio è rimasto fino al traguardo dei 2,3 chilometri, il che significa punti extra per la Coppa del Mondo.

– L’obiettivo non era dopo 2,5 di oggi?

– Il mio obiettivo era di essere a soli 2,5 chilometri di distanza. Poi ho dovuto trovare più di quanto pensassi alla fine, ha continuato.

Joanna Hagstrom.

“Maiali dolore ai polmoni”

Sì, perché dopo è diventato difficile. Davvero pesante. Hagstrom ha perso molto in campo ed è arrivato penultimo su tutti i 51 che sono arrivati ​​al traguardo.

– Era semplicemente nel muro. Forse l’ho preso con un po’ di difficoltà. È stata dura e ora ho mal di gola ai polmoni, dice.

Potrebbe non essere arrivata al traguardo.

– Ho pensato “Beh, se finisci, sarò felice”. Mi sono quasi riposato, ma se ti fermi, non puoi finire il tour. Dice che era solo per arrivare al traguardo.

La collina assassina ti aspetta

Era anche qualcos’altro che la faceva andare avanti.

READ  Pensando allo sport: quando il Qatar ottenne un contratto a lungo termine con la Formula 1 - Radio Sport

– Anche io non ho continuato! Ho notato che ne avevo uno dietro di me e ho pensato di tenerlo dietro di me. E goditi un piccolo giro con la folla, bel tempo e bel evento.

– Ho solo pensato “Non spero di essere ruotato”. Era ovvio che sarei finito se fossi salito sulla collina. Ti accorgi dei muri quando sei a corto di armi. Lo hanno fatto oggi.

Domani, martedì, ci aspetta la tappa decisiva. e la classica pista da slalom dell’Alpe Cermis. Il peggio di tutto il tour.

Come ti senti a riguardo?

– Ci ho pensato un po’ e ho sentito che sarebbe stato lo stesso obiettivo oggi. Joanna Hagstrom dice: Porta a casa la coppa nemica e poi sopravvivi.

Aftonbladet live: sport invernali

Inserito: