TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Isabelle Haque: “Sarà la partita più importante della mia carriera”

Il 21enne svedese finirà presto la sua seconda stagione al Vakifbank, il miglior club turco. Ma il compito più importante resta, ed è la tanto attesa finale e il grande traguardo dal suo trasferimento a Istanbul nell’estate del 2019.

L’anno scorso, l’ultima ricerca si è conclusa in una sorta di guasto. La pandemia di Corona pose fine alla Champions League prima che la Vakifbank potesse giocare le semifinali.

Ma in questa stagione la squadra ha colto l’occasione e sabato sera l’italiano Emoco Konigliano attende la finale di Verona.

Lo stavamo aspettando davvero da un anno intero, dice Isabelle Huck.

È una sensazione enorme, soprattutto perché l’anno scorso non abbiamo potuto giocare le semifinali o le semifinali. Quindi è estremamente importante avere di nuovo la possibilità di quest’anno – e avere una sorta di vendetta per noi stessi.

Secondo la Federazione svedese di pallavolo Hak sarà il secondo svedese, dopo Angelica Leongkvist, a giocare la finale di UEFA Champions League. Ma Huck non si limita a giocare, il gigantesco talento blu e giallo è una grande star in Vakifbank e lancia i semi dalla posizione del chiodo.

– Ovviamente, vuoi giocare la partita della tua vita in tempo. Cerco sempre di dare il 110 percento e farò davvero quello che posso nella partita, ma è importante che tutti si tirino un po ‘di più. Huck dice che sarà molto emozionante vedere come lo gestirai.

Potrebbe essere necessario qualcosa in più da Scanian e dai suoi compagni di squadra. Konigliano è fortissimo e tende a vincere la finale.

Entrambi sono stati nominati per la partita finale, ma sono probabilmente i favoriti più grandi perché hanno avuto una lunga serie di partite che la squadra ha vinto e non perso in Italia. Ma mette più pressione su di loro e si spera di poter superare il difetto.

READ  Frölunda ha rubato tre punti contro SHL Jumbo: "Una rapina"

L’ultima volta che le due squadre si sono incontrate Era nelle semifinali del Campionato del mondo a squadre nell’autunno 2019. Un classico gioco di pallavolo, anche se Isabel Huck esita a parlarne. Vakifbank ha mancato nove palloni nel set decisivo e ha perso.

– No, mio ​​Dio. Mi arrabbio così tanto quando ci penso, eravamo così vicini. Huck dice che prova ancora amarezza, motivo per cui siamo così affamati di vendetta.

Cosa significa se vinco adesso?

– È stato difficile accettare, stiamo ancora lottando da due anni per raggiungere questo titolo. Sarebbe stato incredibile: sollievo, vendetta e felicità che forse non avevo mai provato prima. Nuova sensazione immagino.