TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Importante investimento industriale a Sollefteå – DN.SE

Dieci anni fa, era nel comune di Sollefteå Il peggior clima lavorativo del PaeseSecondo la classifica annuale della Swedish Enterprise Association. Più o meno nello stesso periodo è stato lanciato il progetto SkyFuelH2, un’iniziativa che ha contribuito a ripristinare la fiducia nel futuro. Nel 2026, l’ambizione è quella di produrre carburante sostenibile per l’aviazione equivalente al dieci per cento del consumo annuo di carburante dell’aviazione nazionale svedese, a Langseli, a poco più di un miglio a ovest di Solvetia. L’investimento creerà 100 posti di lavoro e altri 200 come risultato diretto dell’incorporazione.

La struttura sarà la prima del suo genere. Non solo nel Västernorrland e non solo in Svezia, ma in tutto il mondo, afferma Johan Svenningsson, CEO di Uniper Sweden.

Johan Sveningsson, CEO di Uniper Sweden, era sulla posizione di Långsele per presentare l'investimento in una nuova struttura che produrrà carburante per aerei senza combustibili fossili.

Johan Sveningsson, CEO di Uniper Sweden, era sulla posizione di Långsele per presentare l’investimento in una nuova struttura che produrrà carburante per aerei senza combustibili fossili.

Foto: Emma Wallenius/Tedningen-Angermannland

A Langseli era presente anche il ministro del Commercio e dell’Industria Karl Peter Thorwaldson.

– Dietro questa rivoluzione verde per trasformare la Svezia in un paese privo di fossili nel 2045.

Il carburante è prodotto combinando idrogeno rinnovabile con carbonio da biomassa. L’elettricità necessaria per produrre idrogeno proviene da fonti rinnovabili come l’energia idroelettrica ed eolica, mentre la biomassa proviene dai restanti prodotti forestali.

– A Långsele abbiamo la combinazione giusta. Abbiamo biomassa dalla foresta, abbiamo elettricità priva di fossili, abbiamo uno spirito di cooperazione e c’è una storia industriale molto importante”, afferma Johan Sveningsson.

Mercoledì è stata firmata una lettera di intenti con il comune di Sollefteå affinché le società energetiche Uniper e Sasol ecoFT possano portare avanti il ​​potenziale della fondazione. Se tutto va secondo i piani, l’idea è che la costruzione comincerà nel 2024 e la produzione inizierà due anni dopo.

Johan Andersson (C), consigliere comunale di Sollefteå, afferma che la fondazione è importante per la fiducia in se stessa di Sollefteå e porterà a più fondazioni.

Johan Andersson (C), consigliere comunale di Sollefteå, afferma che la fondazione è importante per la fiducia in se stessa di Sollefteå e porterà a più fondazioni.

Foto: Asa G Torell

L’impresa, che dovrebbe creare circa 100 nuovi posti di lavoro all’inizio della produzione, sarà nella zona industriale di Hamre a Långsele.

– È un giorno felice. Siamo felici e felici di essere qui oggi dopo il lungo lavoro svolto, afferma il consigliere Johann Andersen (al centro).

All’inizio di quest’anno Il reggimento ha riaperto Nel comune, il clima degli affari è adesso Il migliore dell’Angermanland Di recente, il più grande gruppo di hotel e viaggi della Corea del Sud ha annunciato che a Investire nella regione.

Allo stesso tempo, si prevede la creazione di 200 posti di lavoro aggiuntivi oltre ai posti di lavoro effettivi presso la struttura di Långsele.

– Consideriamo questo come l’inizio di qualcosa di veramente buono, afferma Johann Andersen.

Investire nella nuova struttura di Långsele crea posti di lavoro, il che a sua volta significa che il comune di Sollefteå deve lavorare, tra le altre cose, con servizi, infrastrutture e fornitura di talenti in un modo diverso rispetto a prima.

Investire nella nuova struttura di Långsele crea posti di lavoro, il che a sua volta significa che il comune di Sollefteå deve lavorare, tra le altre cose, con servizi, infrastrutture e fornitura di talenti in un modo diverso rispetto a prima.

Foto: Emma Wallenius/Tedningen-Angermannland

Johan Sveningsson e il ministro del Commercio e dell’Industria Karl Peter Thorwaldson (S) ritengono entrambi che ci sia troppa domanda dall’industria aeronautica. E anche se non tutte le decisioni sono state prese e c’è ancora molto lavoro da fare, c’è una chiara ambizione:

– Siamo assolutamente convinti che tra qualche anno qui ci sarà una struttura, afferma Johan Sveningsson di Uniper.

READ  Disposto a intervenire quando si aprono nuove opportunità