TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il sé virtuale è migliore? I giocatori svedesi la pensano così! | Il film Zen

Secondo un sondaggio sulla relazione dei giocatori con il mondo dei giochi, un’ampia percentuale preferisce il proprio io virtuale al proprio personaggio della vita reale.

Preferisci il tuo personaggio di gioco virtuale al tuo? Così non sei solo.

per me Un nuovo sondaggio condotto dal produttore di computer Lenovo Sul rapporto degli europei con il mondo dei giochi Un intero 55 percento preferisce il proprio io virtualeMentre gli svedesi descrivono la loro personalità nei giochi con parole come Divertente, creativo e come un “combattente”.

Allo stesso modo, le persone hanno usato parole come Serio, creativo e pratico Quando si descrivono sul posto di lavoro. Secondo il sondaggio, la maggior parte dei giocatori sente di amare se stessa quando gioca (58%), seguita da trascorrere del tempo con amici e familiari (52%) e quando persegue hobby e altri interessi (46%). *

Solo un quarto di loro ha risposto di sentirsi se stesso sul posto di lavoro.

Nello stesso studio, tra il 30 e il 40 percento ha risposto di ritenere che i giochi li abbiano sviluppati positivamente e di essere diventati più creativi, resistenti allo stress e più bravi a comunicare.

* Il sondaggio è stato condotto con un totale di 7.010 intervistati in Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna, Italia, Polonia, Paesi Bassi e Svezia.

Quando ti senti di più?

READ  I nuovi modelli TV di TCL hanno Google a bordo