TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il dubbio Morata è diventato il salvatore della Spagna

È stato interrogato per tutto il Campionato europeo di calcio, ma quando la Spagna ha perso 3-1 a 3-3 agli straordinari negli ottavi contro la Croazia, Alvaro Morata ha salvato il suo paese a Copenaghen.

Nonostante la piccola battuta d’arresto, la Spagna sembra avere una chiara presa sul biglietto dell’andata per i quarti di finale di venerdì a San Pietroburgo contro la vincente tra Francia e Svizzera, che si giocherà questa sera.

La Spagna rimonta 0-1 e avanza 3-1 a 13 minuti dalla fine per giocare nei tempi regolamentari al Park di Copenaghen.

Poi la Croazia si è svegliata. In primo luogo, Mislav Orcic ha pareggiato all’85’ e dopo due minuti di tempo supplementare, Mario Pasalic ha annuito negli ottavi per i tempi supplementari.

Morata ha deciso

Una volta arrivato, si è insospettito di Alvaro Morata che si è fatto avanti. L’attaccante della Juventus si è guadagnato la fiducia del capitano della nazionale Luis Enrique per tutto il Campionato Europeo di calcio, nonostante Morata fosse responsabile di un solo gol e bruciasse un rigore durante tutte e tre le partite del girone.

Dopo dieci minuti di tempo supplementare, ha ricevuto una palla nella parte più lontana dell’area di rigore e ha tirato 4-3 alle spalle del portiere croato Dominic Levakovic.

Tre minuti dopo, anche Mikel Oyarzabal è riuscito a servire 5-3 e il biglietto per i quarti di finale è stato finalmente assicurato.

La domanda è: il progresso spagnolo piace ai critici? La Spagna è stata interrogata durante la fase a gironi dopo due partite consecutive contro Svezia (0-0) e Polonia (1-1). È stato solo il 5-0 rompighiaccio contro la Slovacchia nella finale del girone che ha dato il secondo posto dopo la Svezia, vincitrice del girone.

READ  Fawzi Hassan: Nonostante la comodità, è comunque importante limitare i contatti

Una volta a Copenaghen, la Spagna ha avuto un inizio da incubo contro la Croazia. Al 20′, il portiere Unai Simon lascia passare il 18enne centrocampista del Barcellona Pedri.

Non era né logico né giusto. La Croazia, che aveva Ivan Perisic colpito dal coronavirus, ha sbagliato un tiro in porta durante il primo tempo.

La Spagna ha preso il controllo

Ma la Spagna, che prima aveva dominato, cambierà il corso della partita e attende con ansia un viaggio interessante verso i quarti di finale.

+ Al 38′ Pablo Sarabia pareggia dopo diverse occasioni spagnole in area di rigore croata.

+ A meno di un quarto d’ora dall’inizio del secondo tempo, il terzino destro Cesar Azpilicueta ha segnato 2-1 quando ha annuito con la testa sul palo di Ferran Torres.

+ E al 77 ‘, Ferran Torres è riuscito a estendere a 3-1 dopo che la Croazia ha risposto sul secondo tabellone della partita. Due dei difensori croati stavano bevendo acqua quando la partita è iniziata e Torres è entrato in mazzi giganti sul bordo destro.

Tuttavia, la Croazia è tornata in partita e la Spagna è crollata, ma non è bastato per più di 3-3 e tempi supplementari.

I croati hanno finito di giocare l’Europeo di quest’anno – la Spagna ha una nuova opportunità venerdì per fare uno sforzo ancora più aggressivo.