TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Hus vid sjö.

Il deputato vuole negoziare la protezione di foreste e spiagge – Notizie (ECUT)

In politica, al massimo potremo sederci al tavolo dei negoziati una volta terminata la pausa estiva e cercare di trovare un accordo, afferma Maria Gardville, portavoce dei Verdi per la politica ambientale e rurale.

Quando la crisi di governo Questa settimana è diventata realtà, le trattative sono ancora in corso su come attuare i punti dell’accordo di gennaio sulla protezione delle foreste e delle spiagge.

Per raccogliere rapidamente il sostegno del parlamento svedese prima del voto del primo ministro della scorsa settimana, il primo ministro Stefan Löfven ha negoziato un accordo preliminare sulla protezione delle foreste e delle spiagge con una formulazione che alla fine ha portato all’accettazione del partito di centro come nuovo primo ministro. Ma i Verdi non hanno accettato l’accordo e ora vogliono ulteriori negoziati sui punti.

Nell’accordo di gennaio, quattro parti hanno negoziato questioni ed è stata sottolineata l’importanza di raggiungere i nostri impegni internazionali sulla biodiversità. La visione della giungla del Partito di Centro, ad esempio, è quella di sbilanciare le voci dei quattro partiti e andare avanti solo con le proposte che gli piacciono, dice Rebecca Des Moines, portavoce del Partito della Biodiversità dei Verdi.

Maria Gardville (membro del Parlamento) dice negoziati Quello che stava avvenendo prima della crisi di governo era costruttivo e quindi spera di poterlo riprendere dopo le vacanze.

– Sono assolutamente sicuro che possiamo continuare la discussione su una posizione costruttiva, afferma Maria Jardfgill (membro del Parlamento).

Ma per il Partito di Centro le questioni sono già state decise e non vogliono negoziare oltre.

– No, ora siamo un partito di opposizione e abbiamo concordato con Stefan Lofven e i socialdemocratici di astenersi e quindi di rilasciarlo come Primo Ministro sulla base di un accordo che includeva due cose importanti, ovvero che la proposta della Commissione per la protezione delle spiagge ha presentato al il Riksdag e anche le parti dell’inchiesta nella foresta che includono il diritto di proprietà. Quindi ora spetta al primo ministro e al governo fare queste proposte promesse, afferma il vice leader del partito di centro Anders W. Johnson.

READ  L'industria critica la strategia dell'UE sulle foreste

Ministro del Commercio e dell’Industria Ibrahim Bilan Scrive a Ekot che il governo esaminerà le numerose risposte di consultazione ricevute sull’indagine forestale e sull’indagine sulla protezione delle spiagge e che quando si tratta della foresta, che è la sua area di responsabilità, la sua ambizione è “che esamineremo questo nel modo più oggettivo e sistematico possibile senza perdere slancio”.

Maja Lagerrantz
[email protected]