TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il continuo aumento del numero di diagnosi di ADHD

Il continuo aumento del numero di diagnosi di ADHD

Il National Board for Health and Social Care ha registrato le prescrizioni per i farmaci per l’ADHD dal 2006. Le prescrizioni sono aumentate di anno in anno, in tutte le fasce d’età. I dati sulla sospensione dei farmaci per l’ADHD danno una buona indicazione di quante persone a cui viene diagnosticata l’ADHD. Circa il 75% di tutti i bambini che ricevono una diagnosi di ADHD iniziano un trattamento per l’abuso di sostanze.

Si prevede che il numero di diagnosi aumenterà, secondo Peter Salemi, ricercatore del National Board of Health and Social Care.

-Abbiamo già ricevuto lettere oscure in passato, ma abbiamo acquisito maggiore conoscenza e maggiori risorse per indagare. Anche i criteri diagnostici sono stati leggermente ampliati. L’aumento potrebbe anche essere dovuto al fatto che la scuola e la società sono cambiate, con una maggiore richiesta di capacità cognitive e teoriche oggi rispetto a prima, dice a Special Nest.

Impatto dell'epidemia
Dal 2019, l’aumento è diventato più drammatico di prima, sia tra ragazze e ragazzi che tra donne e uomini – fino al 50%. Oggi, il 10,5% dei ragazzi e il 6% delle ragazze di età compresa tra 10 e 17 anni soffrono di disturbo da deficit di attenzione e iperattività, o disturbo da deficit di attenzione (ADD).

– Durante l’epidemia l’aumento è stato più marcato di prima. “Crediamo che ciò sia dovuto al fatto che avete avuto abbastanza tempo per raggruppare le linee dell'indagine”, afferma Peter Selmi.

L’aumento maggiore si registra tra le ragazze e le donne
L’aumento è stato più forte tra le ragazze dai 10 ai 17 anni e le giovani donne dai 18 ai 24 anni, con un aumento del 50% dal 2019 al 2022.

READ  La sindrome post-polio può verificarsi negli immigrati provenienti da aree a rischio

– Ciò potrebbe essere dovuto alla mancanza di diagnosi prima. Alle ragazze viene diagnosticato il disturbo da deficit di attenzione (ADD) più spesso rispetto ai ragazzi, quindi vengono diagnosticati più tardi, perché i sintomi non sono così evidenti come l'iperattività nei ragazzi. Ora sono aumentate la consapevolezza e la conoscenza del fatto che i sintomi appaiono diversi nelle ragazze rispetto ai ragazzi, afferma Peter Salmi.

Le statistiche del National Board of Health and Social Care includono l’ADD come sottoinsieme del termine generico ADHD. La differenza di genere è chiara tra gli scolari: a un numero doppio di ragazzi rispetto alle ragazze viene diagnosticata l'ADHD. Ma a partire dai 19 anni la situazione si stabilizza, quando le ragazze ricevono la diagnosi. In generale, a tutte le età, non vi è alcuna differenza di genere nel numero di diagnosi di ADHD.

Differenza religiosa
Le statistiche mostrano anche differenze regionali nel paese in termini di prescrizione di farmaci per l’ADHD, riflettendo le differenze nel numero di diagnosi. Nella regione dello Jutland, la percentuale di ragazzi e ragazze di età compresa tra 10 e 17 anni a cui vengono prescritti farmaci per l’ADHD è la più alta. Nel Västernorrland la proporzione è circa la metà.

– Alcuni anni fa avevamo un mandato governativo in materia e poi abbiamo notato differenze nella pratica, ad esempio che si trattano quantità diverse di medicinale. Anche l'accesso alle indagini varia. Le differenze possono riguardare anche il modo in cui viene vista la questione a scuola: se lo studente ha bisogno di una diagnosi per ricevere un sostegno speciale. Abbiamo appena preparato una bozza preliminare di linee guida nazionali che correggeranno questo problema, afferma Pietro Salemi.

READ  Il clima dovrebbe avere un posto più importante quando i paesi ricominciano da capo

L'aumento continuo è fuori range
Fino ad ora, ci si aspettava che il numero di diagnosi aumentasse in base a ciò che gli studi sulla popolazione suggeriscono sulla prevalenza dell’ADHD. Ma se d’ora in poi il numero di nuovi casi rimarrà al livello attuale, a lungo termine ci ritroveremo più alti del previsto. Quindi al 15% dei ragazzi e all'11% delle ragazze di età compresa tra 10 e 17 anni verrà diagnosticato l'ADHD..

– Non c'è alcuna indicazione che l'ADHD sia in aumento nella popolazione, quindi se c'è un continuo aumento delle diagnosi, dobbiamo scoprirne il motivo. Seguiremo lo sviluppo attraverso studi di registrazione. Possiamo dialogare anche con chi indaga e cura, ma magari anche con i servizi sociali e la scuola, per sentire come vedono questo aumento, dice Pietro Selmi.

Special Nest ha chiesto al Riksförbundet di prestare attenzione a ciò che ritiene stia causando l'aumento.

– Oggi la conoscenza delle diagnosi è molto più elevata, quindi sempre più persone chiedono aiuto. Viviamo anche in una società cognitivamente più esigente. Anche i criteri diagnostici per l’ADHD sono cambiati, il che significa che sempre più persone li soddisfano. Sono state aumentate anche le risorse per le indagini e le cure. Un’altra spiegazione è una maggiore attenzione agli interventi precoci, afferma Anke Sandberg, presidente di Attention.