TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il campione del mondo della corsa motociclistica russa ha smesso di gareggiare

All’inizio di marzo è arrivata la notizia che la Federazione motociclistica internazionale, FIM, escludeva i conducenti con patenti rilasciate da Russia e Bielorussia. Ciò significa che gli sciatori russi e bielorussi non possono competere a livello internazionale e in Svezia.

Pertanto, lo Speedway è uno dei pochi sport in Svezia in cui sono esclusi i singoli praticanti dei due paesi.

Nel calcio maschile svedese, ad esempio, c’è il portiere russo del Djurgarden Alexander Vasyutin, mentre cinque giocatori russi dell’Aik Pande hanno potuto giocare nella serie d’élite. Inoltre, Zayat Baygin di Timra è stato costretto a prendere il posto del portiere della SHL dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

Non deve essere solo questione di sport. Sono camionisti, infermieri, addetti alle pulizie, e tu lo chiami. Morgan Anderson, team manager e direttore sportivo di Fastervik Speedway, afferma che molte persone con cittadinanza russa abbondano tra le altre occupazioni.

Anderson e Västervik Il messaggio è stato sgradito quando Viktor Kulakov e il campione del mondo Artem Laguta lo hanno guidato per il club la prossima stagione.

Morgan Anderson, direttore sportivo di Västervik, ha perso due dei suoi piloti russi prima dell'inizio della stagione.

Morgan Anderson, direttore sportivo di Västervik, ha perso due dei suoi piloti russi prima dell’inizio della stagione.

Foto: Peter Holgson/Bildeberan

Il messaggio ha inflitto pesanti perdite ai piloti russi.

– Ho parlato con loro e capiscono perfettamente che non possono andare al Gran Premio e guidare in nazionale. Tuttavia, non riescono a capire quale sia la differenza tra loro come fattori individuali.

– E abbiamo posto esattamente la stessa domanda alla federazione svedese, ovviamente, ma il fatto è che non importa molto quello che fanno. Perché questo viene fatto su base internazionale. E’ la FIM che rilascia le licenze per il campionato internazionale e per gareggiare in Svezia bisogna avere tale patente, i piloti russi non ce l’hanno. Quindi non possiamo dire né bu né bä, ma questo è deciso da poteri superiori.

Michael Holmstrand, Il presidente di Elite Speedway Sweden, ESS, è lieto che sia stata presa una decisione internazionale.

– Certo è per il singolo atleta, ma siamo noi dietro a quello che ha fatto la Federazione Internazionale. Questo è un problema con un sacco di esplosivo, dice Holmstrand, quindi è positivo che la decisione venga presa a livello internazionale, quindi non ci sarà molta pressione sui singoli paesi.

Poiché i piloti russi non possono competere a livello internazionale, la loro carriera potrebbe ora essere in pericolo. Secondo Holstrand, alcuni piloti – tra cui Artem Laguta – non sono nemmeno autorizzati a correre nel campionato nazionale, a causa delle loro critiche dichiarazioni contro la guerra, e hanno anche perso la patente a casa.

– Erano grandi nomi di poster ed erano importanti per il progetto delle autostrade russe, ma quando si sono allontanati dalla guerra hanno perso anche quella licenza. Quindi ovviamente hanno riscontrato un problema. Non ci sono dubbi, dice Holmstrand.

Morgan Andersson pensa che potrebbero aver bisogno di trovare un altro lavoro.

– vedremo. Spero solo che tengano alto il morale e riescano a sopportare l’attesa, o che possano iniziare a lavorare su qualcos’altro.

Quanto tempo possono correre senza guidare?

– Non voglio andare per somme o giù di lì, ma devi capire che è una pausa per il campione del mondo non poter competere.

READ  Sundgren: “Cosa mi rende così orgoglioso