TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I tatuaggi sono associati ad un aumento del rischio di cancro

Pubblicato il 2024-06-02 20.24

Secondo una nuova ricerca i tatuaggi possono essere un fattore di rischio per un tipo insolito di cancro.  Foto d'archivio.

Un nuovo studio svedese rivela che i tatuaggi possono aumentare il rischio di linfoma. Sembra che la dimensione del tatuaggio non abbia importanza.

I tatuaggi stanno diventando sempre più popolari. In Svezia, una persona su cinque ha un tatuaggio, e la percentuale è più alta tra i giovani, secondo i ricercatori dell’Università di Lund che hanno condotto il nuovo studio.

Nello studio, le persone affette da linfoma tra i 20 e i 60 anni sono state confrontate con un gruppo di controllo basato sulla popolazione. I partecipanti dovevano rispondere a questionari per scoprire, tra le altre cose, chi era stato tatuato.

Secondo i risultati, il rischio di sviluppare un linfoma, un cancro dei linfonodi, era del 21% più alto tra coloro che si tatuavano rispetto a coloro che non lo facevano. Questo dopo aver tenuto conto del fumo e di altri fattori che potrebbero influire.

La cosa che ha sorpreso i ricercatori è che non importa se hai un tatuaggio piccolo o un tatuaggio che copre ampie parti del corpo.

“Non sappiamo ancora cosa lo causi. Ma si potrebbe ipotizzare che il tatuaggio, indipendentemente dalle sue dimensioni, causi un'infiammazione di basso grado nel corpo, che a sua volta “può portare al cancro”.

Poiché il linfoma è una malattia molto rara, è associato ad un aumentato rischio di svilupparne livelli molto bassi. I ricercatori sottolineano inoltre che sono necessari ulteriori studi per confermare e indagare il collegamento.

READ  Misura la pressione nel modo giusto, vivi più a lungo e...

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Eclinical Medicine.

Al sondaggio dei ricercatori hanno risposto 1.398 persone con linfoma e 4.193 persone senza la malattia.