TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I socialdemocratici vogliono tassare il milionario

Come l’azienda si prepara per il periodo post-pandemia. “Abbiamo imparato a videoconferenze, ma non utilizziamo feed digitali che semplificano il lavoro tra le riunioni: le aziende che hanno successo hanno molto da guadagnare”, afferma Daniel Stark di Telia.

Quasi tre aziende svedesi su dieci hanno offerto mobili per ufficio a casa ai dipendenti durante la pandemia – e ora le aziende più grandi in particolare stanno pianificando di ridurre lo spazio per gli uffici dell’azienda.

Ciò è mostrato nel nuovo report del catalogo Telia 2021.

Daniel Stark, responsabile della strategia e dello sviluppo aziendale di Telia, afferma che l’home office è destinato a restare.

Raccogli tutte le tecnologie dell’informazione e della comunicazione: qui puoi prenotare una consulenza gratuita

La pandemia ha cambiato il modo in cui operiamo e, a lungo termine, influenzerà il luogo e il modo in cui operiamo. Ecco cosa dice Daniel Stark, Head of Strategy and Business Development di Telia:

– Più persone lavoreranno più delle loro ore a casa rispetto a prima, oserei dire. In qualità di dipendente, risparmi tempo di viaggio e puoi lavorare con maggiore flessibilità, che è almeno ciò che si aspettano i giovani dipendenti. Inoltre, le aziende possono ridurre i costi locali.

4 delle 10 aziende più grandi vogliono ridimensionare il proprio ufficio

Fino al 72% delle aziende svedesi si aspetta che i dipendenti lavorino più a distanza dopo la pandemia rispetto a prima. Lo dimostra il nuovo rapporto Telia Digital Index, che ogni anno dimostra la volontà delle aziende svedesi di sfruttare le possibilità della digitalizzazione.

Il rapporto mostra anche che il 33% delle aziende (0-500 dipendenti) prevede di ridurre lo spazio per uffici, affittando spazi o trasferendosi in locali più piccoli.

La tendenza è chiara: tra le aziende più grandi con più di 50 dipendenti, il 41% ha risposto che intende ridurre i propri uffici. Ci sono molte cose che suggeriscono che lo spazio per uffici sarà ridotto. Allo stesso tempo, gli uffici possono avere un ruolo più importante come luogo di incontro, dove collaboriamo e abbiamo aree di progetto, afferma Daniel Stark.

I manager stanno progettando uffici misti

Il nuovo sondaggio globale The Work Trend Index 2021 di Microsoft (oltre 31.000 dipendenti a tempo pieno intervistati a gennaio 2021) evidenzia la stessa tendenza. Il 73% dei dipendenti desidera poter continuare a lavorare da remoto dopo la pandemia, mentre il 67% ha bisogno di più contatti di persona con i colleghi. Il 66% dei responsabili delle decisioni aziendali prevede di adattare il posto di lavoro a “uffici misti” in cui i dipendenti dividono il tempo tra il lavoro a distanza e il lavoro d’ufficio.

Il ministero degli interni è tornato

Daniel Stark osserva che il laboratorio, che una volta era comune nelle case svedesi, non ultimo per riporre cartelle e carta, è ora tornato.

– Ma l’obiettivo ora è creare un home office digitale ergonomico, silenzioso e controllato in modo da poter lavorare in modo efficiente, distinguendo al meglio tra lavoro e vita privata a casa. È interessante notare che nel Telia Digital Index, molte aziende – quasi tre su dieci – hanno offerto mobili per ufficio ai dipendenti durante la pandemia.

Afferma che le aziende si trovano ora ad affrontare nuove domande, come quale responsabilità dovrebbero assumersi per l’ambiente di lavoro domestico.

La sicurezza IT diventa molto importante: proteggere i computer dei dipendenti e altri dispositivi dalle intrusioni. È anche importante che la tecnologia non sia a posto, sicura e funzioni senza intoppi, ma anche che l’azienda sviluppi metodi di lavoro intelligenti che promuovano la creatività e la collaborazione a distanza.

Usa feed digitali tra le riunioni

L’indice digitale di Telia mostra che l’uso degli strumenti di collaborazione digitale Teams e Zoom si è diffuso durante la pandemia. Ad esempio, la percentuale delle aziende più piccole (fino a nove dipendenti) che utilizzano Teams è aumentata dal 16 al 43%.

Nel frattempo, meno del 25% delle aziende ha cambiato radicalmente il proprio modo di operare, mostra il rapporto.

Abbiamo imparato a tenere videoconferenze, ma non utilizziamo feed digitali e superfici collaborative che facilitano il lavoro tra le riunioni. In breve, dobbiamo migliorare digitalmente la collaborazione tra le riunioni: le aziende che riescono in questo hanno molto da guadagnare, afferma Daniel Stark.

Direzione: le aziende stanno raccogliendo tecnologia

Un’altra chiara tendenza è che più aziende svedesi stanno raccogliendo la loro tecnologia dell’informazione e la comunicazione con un fornitore. Secondo Telia Digital Index, il 42% delle aziende ha già scelto una soluzione così completa e un altro 23% ha risposto di interessarsi.

La tendenza è più chiara tra il digital high e le grandi aziende, ma anche le piccole imprese hanno molto da guadagnare dalla revisione del proprio panorama tecnologico e dalla condivisione di tutto con un partner, afferma Daniel Stark, e continua:

Non è raro che una piccola impresa abbia pochi fornitori di TIC e telefonia. Ma ciò significa lo stesso numero di persone da contattare, uffici di supporto, accordi e fatturazione.

I principali vantaggi della tecnologia di assemblaggio sono una gestione inferiore, un costo complessivo inferiore e semplicità: avere una risorsa a cui rivolgersi, indipendentemente dai problemi tecnologici. Questo è ciò che dicono le aziende nell’indice digitale di Telia.

Molte aziende sottolineano anche il vantaggio di avere un partner per costruire relazioni e crescere digitalmente, afferma Daniel Stark.

Raccogli tutte le tecnologie dell’informazione e della comunicazione: qui puoi prenotare una consulenza gratuita

READ  Il nuovo Siri Remote di Apple TV è privo di accelerometro e giroscopio. Significa che alcuni giochi non possono essere riprodotti con il telecomando