TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I ricercatori stanno sviluppando un modello per valutare il carico mentale dei paramedici in ambulanza

I ricercatori stanno sviluppando un modello per valutare il carico mentale dei paramedici in ambulanza

La nostra opinione è che la mappatura del carico di lavoro mentale venga generalmente valutata in base alle esperienze personali dei lavoratori, afferma Cecilia Berlin, docente di ergonomia produttiva alla Chalmers University of Technology.

Pertanto, potrebbe essere difficile apportare miglioramenti all’ambiente di lavoro perché gran parte di ciò che può essere influenzato è a livello di sistema, come le attrezzature tecniche e l’organizzazione del lavoro. In un progetto precedente abbiamo sviluppato PreKo, un modello per valutare il carico cognitivo durante il lavoro di assemblaggio. Cercheremo di adattarlo alle cure mediche di emergenza e alle condizioni prevalenti lì.

Conoscenza dell'ambiente di lavoro cognitivo e approfondimenti sulla professione di assistenza in ambulanza

Cecilia Berlin ricerca l'ambiente di lavoro dal punto di vista dell'ambiente di lavoro fisico, cognitivo e organizzativo. Ora ha ricevuto 3.393.000 corone svedesi da Afa Försäkring per studiare come valutare il carico mentale dei paramedici nelle ambulanze in collaborazione con PICTA Prehospital Innovation Arena, un'organizzazione che lavora per aumentare la cooperazione tra paramedici nelle ambulanze, ricerca, industria e autorità.

– Quelli di noi coinvolti nel progetto di Chalmers hanno principalmente esperienza nella progettazione di prodotti tecnici, sistemi di lavoro ed ergonomia cognitiva. Cioè, l'interazione tra la nostra capacità di assorbire ed elaborare le informazioni e le condizioni tecniche e organizzative dell'ambiente di lavoro, dice.

– Coloro che lavorano in PICTA hanno una visione esperta di cosa significhi lavorare come paramedico o infermiere in un'ambulanza. Hanno anche una conoscenza dell'organizzazione stessa delle ambulanze, sia a livello nazionale che regionale e per la quale potrebbero esserci soluzioni locali a diversi problemi legati all'ambiente di lavoro. Quindi non vedo l'ora di mettere insieme le nostre competenze.

READ  Senza un partner, i passeri zebra si assicurano comunque di avere i loro piccoli

Mappatura dell’ambiente di lavoro cognitivo del personale dell’ambulanza

Nel progetto è necessario mappare l'ambiente di lavoro cognitivo e i rischi noti per la salute nell'ambito dell'assistenza sanitaria in ambulanza, in modo da poter poi sviluppare un modello per la valutazione dello stress mentale.

– Nel lavoro di un paramedico in ambulanza, molte cose accadono in parallelo. Ciò include, tra le altre cose, la navigazione nel traffico, la gestione di situazioni di crisi, la valutazione e il trattamento dei pazienti e la comunicazione con il personale ospedaliero. Inoltre, la tecnologia digitale dei telefoni cellulari, il GPS e tutta l'attrezzatura tecnica dell'ambulanza devono essere operative, il che può comportare un affaticamento tecnico, afferma Cecilia Berlin.

– Per scoprire quali fattori nell'ambiente di lavoro cognitivo hanno il maggiore potenziale di miglioramento, seguiremo i dipendenti delle ambulanze nella regione di Västra Götaland nel loro lavoro attraverso osservazioni, interviste e sondaggi. Svilupperemo quindi il modello PreKo, che valuta diverse categorie di carico cognitivo e risorse, e simulando scenari di vita reale per testarlo e migliorarlo.

Cosa ti aspetti dal progetto?
– Spero che riusciremo a trovare una rubrica utile che, secondo i paramedici delle ambulanze, fornisca una valutazione equa del loro ambiente di lavoro cognitivo. È noto che alcune esposizioni allo stress mentale sono piuttosto stressanti nel tempo, quindi spero anche che il modello sia in grado di evidenziare le fasi di azione e le condizioni a cui potresti dover prestare attenzione, afferma Cecilia Berlin.

– È difficile immaginare l'entità del carico posto sul cervello di una persona che svolge un compito. Non è possibile vedere dall'esterno e il carico appare molto diverso a seconda che la persona sia all'altezza o al di sopra del proprio compito lavorativo. L'idea principale di questa ricerca è quella di avere un quadro più chiaro di ciò da cui trae beneficio il cervello del paramedico, a cosa prestare attenzione e di facilitare il raggiungimento dei risultati.

READ  Breve articolo sul verbale di arruolamento | Notizie dell'Istituto Karolinska

Ricerca di uso pratico

– A lungo termine, vogliamo contribuire a promuovere un buon ambiente di lavoro con meno infortuni sul lavoro e ridotte malattie. Lo facciamo, tra le altre cose, sostenendo la ricerca utile sul posto di lavoro”, afferma Ulrika Hector, responsabile ricerca e sviluppo presso Afa Försäkring.

Uno dei criteri principali quando decidiamo quali progetti ricevere un sostegno è proprio che la ricerca debba essere di utilità pratica. Ora abbiamo sostenuto Cecilia Berlin e un nuovo importante progetto dal punto di vista della prevenzione.

Il progetto PreKo-2: valutazione prospettica dell'ergonomia cognitiva nell'assistenza sanitaria in ambulanza durerà fino a novembre 2026.

comunicazione:
Cecilia Berlin, docente di Ergonomia della produzione, Chalmers University of Technology, 031-772 12 90, [email protected].
Barbro Jacobsson, Direttore della ricerca, Dipartimento di ricerca e sviluppo, Afa Försäkring: 070–893 95 48, [email protected].
Adam Fredholm, scrittore, Afa Forsakring: 070–376 41 87, [email protected].

Afa Försäkring finanzia la ricerca utile nella vita pratica
Finanziamo ricerca e sviluppo nel campo dell'ergonomia e della salute con 150 milioni di corone svedesi all'anno. In questo modo contribuiamo a ridurre gli infortuni sul lavoro e a ridurre le assenze per malattia di lunga durata dei dipendenti del mondo imprenditoriale privato, dei comuni e delle regioni. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web di ricerca e sviluppo di Afa Försäkring.