TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I reumatologi sono rimasti indietro in Scanian Healthcare

Skåne deve mostrare ai reumatologi come saldare il debito. Quasi la metà dei nostri membri che hanno avuto visite e prelievi di cura e riabilitazione si sono cancellati o si sono cancellati durante la pandemia. In larga misura, è stato rinviato a tempo indeterminato.

Questo è un testo di opinione su Ystads Allehanda. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore.

Di conseguenza, il 36% ha riferito che la propria salute era peggiorata.

Ad aprile, abbiamo condotto un sondaggio su come si sentono i membri e su ciò che ricevono in assistenza sanitaria durante la pandemia.

Il sondaggio nazionale, con 267 risposte da Skåne, abbiamo un buon quadro della situazione. Certo, le cure reumatiche di Skåne sono andate leggermente meglio del resto del paese, ma la situazione rimane grave, ci sono pochi esempi.

Il 30% crede di non aver ricevuto le cure di cui ha bisogno. Anche il 22% ha evitato le visite di emergenza. Inoltre, a molti di loro è stata cancellata la riabilitazione e il 19% delle cure è stato cancellato. Questo è serio.

Per capire quanto seriamente bisogna sapere che curare i reumatismi è spesso un lavoro di squadra, in cui, tra le altre cose, reumatologi, fisioterapisti, consulenti, terapisti occupazionali e infermieri lavorano insieme per fornire la migliore cura e trattamento per il paziente.

Per molti, questa cura riabilitativa è fondamentale affinché la loro condizione medica non peggiori, con un aumento del rischio di sviluppare varie conseguenze.

Le visite di assistenza perse possono anche correre il rischio di scoprire in seguito una malattia reumatica appena scoperta. Più a lungo una persona con malattia reumatica rimane senza un trattamento specifico per la diagnosi, maggiore è il rischio di disabilità permanenti e lesioni.

READ  I ricercatori criticano il rapporto dell'Organizzazione mondiale della sanità sull'origine del virus Corona - FitnessCapsradion Nehter

In autunno, l’assistenza sanitaria che viene messa in atto con enormi debiti per gli straordinari inizierà a ridurre il “debito di cura”. Esisteva già prima della pandemia.

Allo stesso tempo, sarà gravato da un folto gruppo di “pazienti post-Covid”. Questo vale anche per la riabilitazione!

Sono molto preoccupato che siano i malati cronici a tirare la paglia più corta. Non hanno fatto storie durante la pandemia e potrebbero sembrare in grado di rimandare le loro cure.

Quindi esorto Skåne a fornire un piano il prima possibile su come bilanciare nuovamente la cura dei reumatismi. È colpa di tutti coloro che pagano il debito di assistenza della zona con dolori atroci, scarsa mobilità e preoccupazioni per lesioni permanenti e disabilità.

Kerstin Lövgren, capo del distretto di reumatologia a Skåne

Lotta Haakansson, Presidente dell’Associazione Svedese di Reumatologia