TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Hong Kong non dovrebbe onorare le vittime in Piazza Tiananmen

Venerdì, sono passati 32 anni da quando i carri armati sono entrati in piazza Tiananmen a Pechino e hanno aperto il fuoco sui manifestanti disarmati. Ciò che è diventato noto nei media occidentali come massacri è una sostanza vietata in Cina. L’unica cosa degna di nota a Pechino nell’anniversario sono le rigide misure di sicurezza intorno alla piazza. Tutti i post sui social sospettati di avere a che fare con il 4 giugno sono stati cancellati più velocemente della velocità e nei libri di storia l’incidente è stato cancellato.

Nella notte di domenica 4 giugno, l’Esercito Popolare di Liberazione ha attaccato gli studenti con i carri armati. Il giorno successivo, questa fotografia iconica è stata scattata a un uomo ancora non identificato che tentava di tagliare i carri armati.

Foto: Jeff Widener

Ma a Hong Kong, la popolazione ha Permesso di ricordare le vittime. Decine di migliaia si radunano ogni anno al Victoria Park nel centro di Hong Kong e accendono candele per onorare coloro che sono morti nel massacro (quanti non sono chiari, le stime vanno da poche centinaia a diverse migliaia).

Tuttavia, quest’anno non sarà così. In linea con lo stretto controllo della Cina su Hong Kong, le autorità vietano la manifestazione per il secondo anno consecutivo. Proprio come l’anno scorso, la causa ufficiale è il COVID-19.

Tuttavia, è improbabile che il divieto sia stato causato esclusivamente dall’epidemia. La diffusione dell’infezione a Hong Kong è diminuita in modo significativo e la città ha avviato grandi eventi. Ad esempio, di recente si è tenuto un festival d’arte e il pubblico è stato autorizzato a partecipare a eventi sportivi.

Tuttavia, è improbabile che il divieto sia stato causato esclusivamente dall’epidemia. La diffusione dell’infezione a Hong Kong è diminuita in modo significativo e la città ha iniziato ad aprirsi a grandi eventi. Ad esempio, di recente si è tenuto un festival d’arte e il pubblico è stato autorizzato a partecipare a eventi sportivi.

Spiegazione più probabile per i regolatori Alla veglia ricevuta da nessuno è che il governo di Hong Kong amico di Pechino vuole semplicemente porre fine a questo evento osservato. Ciò è in linea con gli sviluppi a Hong Kong da quando la pandemia ha posto fine alle proteste scoppiate in città nel 2019. Da allora, la leadership politica, guidata da Pechino, è stata in procinto di cambiare ciò che si dice su un britannico colonia, e come.

La pacifica occupazione studentesca di piazza Tiananmen a Pechino, durata sette settimane, si è conclusa in tragedia.

La pacifica occupazione studentesca di piazza Tiananmen a Pechino, durata sette settimane, si è conclusa in tragedia.

Foto: Torbjörn Andersson / Scanpix

Must nelle scuole Secondo le nuove linee guida, i bambini ora ricevono un’educazione “patriottica”.. I libri “pericolosi” dovrebbero essere rimossi e le bacheche ripulite dai messaggi politici. Le leggi elettorali sono state riscritte in un modo che indebolirà notevolmente l’opposizione ed è stata introdotta una nuova legge sulla sicurezza nazionale che i critici ritengono significherà la fine della libertà di parola a Hong Kong.

Più di 200 civili sono stati uccisi e circa 3.000 feriti durante il massacro di piazza Tiananmen.

Più di 200 civili sono stati uccisi e circa 3.000 feriti durante il massacro di piazza Tiananmen.

Foto: Torbjörn Andersson / Scanpix

Società televisiva di Hong Kong RTHK Ho dovuto cancellare programmi importanti dalle classifiche. Sullo stesso canale, la leader politica di Hong Kong, Carrie Lam, presenterà il suo programma che “suscita senso di cittadinanza e identità nazionale”.

Ci sono anche piani per Emanare una legge che vieti le “fake news”. Secondo Carrie Lam, lo scopo della legge è quello di affrontare “disinformazione, odio e bugie”. Ma tale legge conferisce allo stato anche un maggiore potere di controllare il flusso di informazioni.

Il museo è stato commemorato il 4 giugno 1989 e chiuso pochi giorni dopo l'apertura a Hong Kong.  Il museo era gestito dall'Alleanza di Hong Kong a sostegno dei movimenti democratici nazionali in Cina.

Il museo è stato commemorato il 4 giugno 1989 e chiuso pochi giorni dopo l’apertura a Hong Kong. Il museo era gestito dall’Alleanza di Hong Kong a sostegno dei movimenti democratici nazionali in Cina.

Foto: Vincent Yu/AP

l’anno scorso ne ho sfidati migliaia Divieto e sono andato al Victoria Park Hanno comunque acceso le candele. Tutto è andato liscio e tranquillo. Ma in seguito, 24 persone, tra cui il noto leader della protesta Joshua Wong, sono state accusate di aver partecipato a un raduno illegale.

Il modo in cui si comporteranno i residenti di Hong Kong venerdì sarà una prova di ciò che è consentito e di quanti sono ancora disposti a sfidare i limiti. L’agenzia di sicurezza di Hong Kong ha avvertito che chi partecipa a raduni non autorizzati rischia fino a cinque anni di carcere. I media di Hong Kong hanno riferito che le persone vestite di nero, il colore che denota il movimento di protesta, e coloro che venerdì soggiornano vicino a Victoria Park, sono a rischio di arresto. Questo vale anche per chi accende una candela o canta slogan.

Domenica, una donna di 65 anni è stata arrestata per aver portato uno striscione in onore delle vittime.

READ  L'esercito si è diffuso in Colombia dopo le proteste legate all'epidemia