TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Grande commercio di prodotti alimentari contraffatti dall’Italia

Dimentica orologi, scarpe, vestiti e borse.

Secondo i calcoli dell’organizzazione dei consumatori Goldreti, il più grande mercato illegale d’Italia è quello degli alimenti contraffatti, per un valore incredibile di 100 miliardi di euro, equivalenti a un trilione di corone. Le esportazioni sono state gravemente colpite. L’olio d’oliva, il pesto, il vino, il prosciutto e il formaggio che acquistiamo in Svezia possono effettivamente essere chiamati parmigiano senza di esso.

– Si stima che due dei tre piatti italiani all’estero siano contraffatti. Dice “Made in Italy”, anche se gli ingredienti non sono fatti qui o il prodotto ha i nomi dei prodotti sbagliati, il cattivo vino da tavola prende un altro nome e vende più costoso, ad esempio, dice Salvador Pignadelli.

Migliaia sono stati arrestati

È il capo della NAS di Milano, la Polizia Speciale italiana che fa capo al ministero della Salute. Solo l’anno scorso, NAS ha scoperto che 7.000 fabbriche alimentari e ristoranti erano stati maltrattati e ne hanno arrestati 3.000. L’industria del falso cibo sta crescendo a un ritmo record.

– La nostra cucina è una delle più apprezzate al mondo, quindi è stata gravemente danneggiata. Oltre alle false etichette, il comandante Bignadelli afferma che esistono numerosi prodotti con contenuti purtroppo nocivi.

Tra l’altro ci mostra l’olio di semi di girasole.

– Qui in etichetta c’è scritto che è olio extravergine di oliva, ma in realtà è un olio che non è vicino alle olive! Nei nostri laboratori analizziamo tutto e possiamo vedere esattamente cosa contiene.

“Controlla etichette”

Si stima che 300.000 posti di lavoro andranno perduti presso i produttori seri a causa della contraffazione alimentare, che è in gran parte controllata dalla mafia.

READ  Recensione: Travel running sul thriller di Netflix "Pocket".

– Salvador Bignadelli afferma che la nostra missione è tutelare la salute delle persone e l’ottima reputazione del cibo italiano, ed esorta tutti ad agire con saggezza.

– Controlla le etichette e acquista cibo da veterani rispettabili e renditi conto che se il prodotto costoso viene venduto a un prezzo troppo basso non è quello che pensi sulla bottiglia o sulla confezione.