TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli uomini vivono più a lungo e sempre più persone si ammalano di cancro alla prostata

Il test del PSA è un esame del sangue per rilevare il cancro alla prostata.  Foto d'archivio.

Entro 20 anni, 330 uomini ogni ora potrebbero essere informati di avere un cancro alla prostata. Nuovi calcoli mostrano che il numero di casi è raddoppiato a livello globale.

– È un effetto collaterale del fatto che gli uomini vivono più a lungo, afferma Ola Prat, professore di urologia ed epidemiologia clinica del cancro all'Università di Göteborg.

Nel 2020, il numero totale di casi confermati di cancro alla prostata è stato di 1,4 milioni, ed entro il 2040 questo numero dovrebbe raggiungere i 2,9 milioni.

Si stima quindi che 330 uomini ogni ora nel mondo verranno informati di avere un cancro alla prostata. La triste prospettiva emerge in un nuovo rapporto pubblicato su The Lancet.

Oppure la prognosi è troppo cupa? No, se è vero che Ola Pratt, professore di urologia ed epidemiologia clinica dei tumori all'Università di Göteborg, ritiene importante non ingigantire la cosa in qualcosa di negativo.

– È un effetto collaterale di una cosa positiva: che gli uomini nei paesi a basso e medio reddito vivono più a lungo, dice a TT.

-Più a lungo viviamo, più soffriamo di varie malattie. Le principali malattie sono sempre riuscite a superarsi a vicenda.

Età aumentata

Quindi, questo enorme aumento è spiegato dall’aumento dell’età e dell’aspettativa di vita nel mondo. La maggior parte delle persone a cui viene diagnosticato un cancro alla prostata ha più di 70 anni e, con l’invecchiamento della popolazione mondiale, sempre più persone sono a rischio.

READ  La variante J.1 è in aumento in Svezia e nel mondo

Ma secondo lo studio, con una maggiore consapevolezza della malattia, così come l’accesso ai test e alla diagnosi precoce, è ancora possibile salvare vite umane.

“Sappiamo che questo aumento dei casi è in arrivo, quindi dobbiamo iniziare a pianificare e ad agire ora”, dice al Guardian l’autore principale del rapporto, Nick James.

Urinare spesso

Pratt ritiene che sia facile vedere in teoria cosa fare nei paesi in cui l’aspettativa di vita era precedentemente bassa. In pratica, è più difficile.

– Conoscere ciò che è buono è una cosa, metterlo al suo posto è un’altra cosa.

I sintomi comuni del cancro alla prostata includono la necessità di urinare frequentemente, il tempo necessario prima che arrivi l'urina e la presenza di sangue nelle urine.

Il cancro alla prostata è già la forma di cancro più comune tra gli uomini in 100 paesi.