TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ecco come vengono influenzate la salute mentale e la qualità della vita dei diabetici – Örebronyheter

Foto d'archivio

Questo è il modo in cui la salute mentale e la qualità della vita dei diabetici sono state influenzate durante la pandemia di Corona, poiché tutte le persone con diabete sono state considerate un gruppo a rischio di sviluppare malattie gravi.

Ma l’isolamento raccomandato non ha influito sulla loro salute mentale e sulla qualità della vita rispetto alle persone che non appartenevano a nessun gruppo a rischio.

Lo dimostra un nuovo studio pubblicato sul Journal of Diabetes Epidemiology and Management al quale hanno partecipato diversi ricercatori dell'Università di Örebro.

Ci aspettavamo che le persone con diabete si sentissero molto peggio dato che erano state identificate come un gruppo ad alto rischio all’inizio della pandemia. Ma non è stata riscontrata alcuna differenza tra le persone con diabete di tipo 1 o di tipo 2 e le persone senza diabetedice Johan Gendel, professore di medicina all'Università di Örebro che ha condotto lo studio.

Lo studio ha coinvolto 900 adulti che hanno dovuto rispondere a questionari su ansia, depressione e qualità della vita durante la seconda ondata della pandemia di Corona. Soggetti con diabete di tipo 1, diabete di tipo 2 e un numero uguale di soggetti abbinati in un gruppo di controllo senza diabete sono stati selezionati casualmente da tre contee: Örebro, Dalarna e Värmland.

I risultati hanno mostrato che i giovani spesso soffrono di ansia, depressione e bassa qualità della vita, indipendentemente dal gruppo di studio. L’aumento dell’ansia era più comune nelle donne che negli uominidice Johan Gendel.

I ricercatori hanno anche scoperto che il sovrappeso e l’obesità erano associati a una qualità della vita inferiore, indipendentemente dal fatto che i partecipanti allo studio avessero il diabete di tipo 1 o di tipo 2.

READ  Trattare una sbornia: il miglior consiglio

– Il chiaro messaggio delle autorità durante la pandemia è stato che l’obesità eccessiva comporta un aumento del rischio di grave infezione da coronavirus. Anche nel gruppo di controllo, le persone con un BMI più elevato hanno valutato la loro qualità di vita inferiore, il che è coerente con la ricerca precedente.

La maggior parte dei casi di Corona riguarda persone con diabete di tipo 1

Utilizzando campioni di sangue, i ricercatori hanno anche verificato la presenza di anticorpi contro il coronavirus nei diversi gruppi di studio. Ha scoperto che più persone con diabete di tipo 1 avevano anticorpi contro il coronavirus rispetto alle persone con diabete di tipo 2 e al gruppo di controllo, suggerendo che c’erano più casi di COVID-19 nel gruppo con diabete di tipo 1.

Una possibile spiegazione è che più persone con diabete di tipo 1 hanno un lavoro e quindi hanno incontrato più persone. Ciò, a sua volta, potrebbe aumentare il rischio di contrarre il Coronadice Johan Gendel.

Salute | Örebro
Örebro Notizie

Fonte: Università di Örebro
Testo: Jacenka Dobrich