TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ecco come il Gruppo per la Sicurezza dei Giocatori collabora con la Commissione Disciplinare

Quello che era il gruppo di riferimento è diventato il “gruppo di sicurezza dei giocatori”.

– La direzione arbitrale deve concentrarsi non solo sugli arbitri e sullo sviluppo, ma anche sulla propria sala operatoria, afferma il vicedirettore sportivo della SHL.

Ora Christopher Norgren sarà uno dei responsabili di quanto denunciato alla commissione disciplinare.

– È bene avere più chiarezza. Dice che probabilmente ci sarà comunque un'altra discussione.

Cosa finisce effettivamente sul tavolo della commissione disciplinare?

È una domanda il cui significato diventerà più chiaro d'ora in poi nell'hockey su ghiaccio svedese.

-SHL sviluppa costantemente sistemi, quindi vogliamo continuare a girare e girare. Questo è il passo successivo. “Saremo più allineati con l'IIHF e la NHL e con il modo in cui operano”, dice a Sportbladet il vice direttore sportivo della SHL.

La SHL ha ora formato un gruppo per la sicurezza dei giocatori (“PSG”) con al timone l’ex membro della commissione disciplinare Kristoffer Norgren, che ha una significativa esperienza giocando nell’Hockey Allsvenskan e nella SHL.

READ  Pinas è uscito improvvisamente con un altro (!) Numero

– Mi è sembrata una buona idea quando ho parlato con Johan Hamelin. Faccio parte della commissione disciplinare da sette anni, quindi è positivo continuare a lavorare su questi aspetti”, afferma Norgren.

Il nuovo gruppo assume la responsabilità individuale di questo lavoro e consente alla sala operatoria di lavorare con gli eventi della partita e agli arbitri di concentrarsi sullo sviluppo degli arbitri.

Christopher Norgren.

Parole di Christopher Norgren sul nuovo ruolo

La chiave sarà una maggiore chiarezza?

– In parte per chiarezza, ma anche per consentire al dipartimento arbitrale di concentrarsi sull'arbitraggio e sullo sviluppo, ma anche sulla propria sala operativa. È necessario comprendere l’uomo comune, non solo tutti nella bolla dell’hockey. L'idea è di renderlo più chiaro, dice Algren-Blum.

Norgren è arrivato di recente dopo due anni come vice allenatore nella SHL e conosce il campionato così come i compagni di squadra Per Leyden, Peter Andersson e Michael Sundlöf.

– C'è molto da dire su ciò che sta accadendo. Gli sforzi arbitrali sono ad un livello molto elevato. Ora i giudici dovranno concentrarsi sui propri affari, proprio come la commissione disciplinare dove si tratta di tutto, dai massimi livelli ai ricorsi contro gli adolescenti. Questo sarà diverso.

L'idea è che il nuovo gruppo diventi un filtro, un gruppo di persone che lavorano solo con domande su ciò che può essere portato in commissione disciplinare.

– esattamente! E' bene avere più chiarezza. Di tanto in tanto potrebbero esserci ancora delle discussioni, ma dobbiamo essere in grado di essere trasparenti e migliorare continuamente. “È difficile quindi dire esattamente come andranno a finire le cose”, dice Norgren.

READ  Garrone, ecco Gomorra Nuova Edizione - Cinema

Regola SHL: “Non solo schioccare le dita

Algren Bloom sottolinea che il gruppo di riferimento ha svolto un buon lavoro, ma riguarda lo sviluppo del business.

-Norgren ha anche un'esperienza unica. È stato giocatore, allenatore, capitano e membro della commissione disciplinare. Pensiamo che questa combinazione sarà un po' più pizzo.

Come è stato il dialogo con i club e il gruppo di riferimento sul cambiamento?

-Cerchiamo sempre di migliorare. Quindi abbiamo avuto un dialogo per molto tempo. Abbiamo parlato con i club del cambiamento all'inizio della stagione e i club hanno sostenuto la decisione, dice Algren Bloom.

-Abbiamo sempre con noi i direttori sportivi, come in diversi gruppi di lavoro, quindi utilizziamo sempre la conoscenza. Quindi, questo non è un cambiamento in cui abbiamo schioccato le dita dopo la stagione.