TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Descrizione del cibo e dei nutrienti, non solo dei nutrienti

Quando studi per la nutrizione, vuoi naturalmente fare studi sul campo per impartire conoscenze su quale tipo di cibo dovresti o, in alternativa, non mangiare. Tuttavia, questo non è evidente in tutti gli studi, il che crea confusione e la necessità di competenze per spiegare ciò che mostrano gli studi.

Gli studi che descrivono la dieta in termini di nutrienti – di solito proteine, grassi e carboidrati – sono comuni quando si confrontano le diete LCHF (a basso contenuto di carboidrati, ad alto contenuto di grassi) e le cosiddette diete chetogeniche con altre diete. [1-5]. Tutti questi studi dimostrano che una dieta a basso contenuto di carboidrati è la migliore.

In alcuni studi è stata prescritta la dieta sperimentale, ma non la dieta di controllo. Tuttavia, è anche importante introdurre con attenzione il regime di controllo dietetico in modo da poter valutare la dieta empirica. Se si segue una dieta povera, una dieta sperimentale di qualità inferiore rischia di avere un bell’aspetto anche se non lo è, e potrebbe avere un aspetto negativo rispetto a una dieta ben controllata. Studi [1-5] Lei è in questo senso incomprensibile.

Quando si tratta di proteine, grassi e carboidrati nutrienti, ci sono molti tipi diversi e molte fonti di cibo diverse. Quando si tratta in particolare di carboidrati, le fonti alimentari sono importanti, ad esempio se si tratta di zuccheri aggiunti o zuccheri presenti nella frutta e nelle bacche.

Pertanto, non sono solo i componenti degli alimenti ad essere importanti, ma anche il modo in cui si relazionano tra loro, la cosiddetta struttura vegetale [6-9]. Ad esempio, succo di mela, succo di mela e salsa di mele forniscono diversi livelli di sazietà nonostante abbiano all’incirca lo stesso contenuto nutrizionale. Il frutto fornisce un’alta percentuale di sazietà nonostante il suo alto contenuto zuccherino perché le diverse sostanze si legano tra loro [8]Nonostante il maggiore contenuto di zucchero nelle bacche, l’effetto dell’insulina diminuisce [9]. Ciò è dovuto ai legami dello zucchero con altri componenti delle bacche, come fibre e sostanze fitochimiche.

READ  Come vogliamo che funzioni la sanità?

La struttura vegetale degli alimenti è importante anche per la flora intestinale. Alcuni zuccheri (oligosaccaridi) di legumi come fagioli, lenticchie, piselli, fagioli, piselli gialli e ceci non possono essere scomposti nell’intestino tenue perché sono troppo grandi per essere assorbiti e non ci sono enzimi per scomporli. Pertanto, gli zuccheri possono raggiungere l’intestino crasso. Questi carboidrati complessi servono come cibo per i trilioni di batteri che vivono nel tuo sistema digestivo [10, 11]. Gli oligosaccaridi stimolano la crescita dei batteri e creano così una flora intestinale sana che mantiene la forma del sistema immunitario, che, tra l’altro, contribuisce a ridurre il rischio di malattie come il cancro.

Pertanto, non è importante parlare di macronutrienti proteine, grassi e carboidrati quando si descrive una dieta per lo studio, non solo per la composizione vegetale ma anche per la presenza di diversi nutrienti in un contesto circondato da altri nutrienti e fitochimici.

In altre parole, per poter valutare gli studi nutrizionali, è necessario indicare l’alimento che è stato somministrato ai gruppi sperimentali e di controllo. Questo è anche necessario per capire quale cibo e quali cibi dovremmo mangiare.

Prescrivendo una dieta speciale solo con l’ausilio di macronutrienti, si crea confusione a coloro che desiderano applicare i risultati descritti dagli studi. Descrivi cibo e sostanze nutritive, non solo sostanze nutritive. Rendi comprensibili gli studi sulla nutrizione.

Lakartidningen.se