TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cos’è il metaverso e perché tutti ne parlano adesso?

Internet di domani o il prossimo livello di realtà virtuale? Metaverse è diventato il nuovo concetto preferito dei giganti della tecnologia. Ny Teknik ha esaminato più da vicino il significato del termine e perché è diventato così popolare oggi.

Cos’è il metaverso?

Durante l’autunno, il concetto di metaverso ha trasceso l’intelligenza artificiale e la criptovaluta ed è diventato la parola più in voga nel settore tecnologico. Poi Mark Zuckerberg ha versato benzina sul fuoco rinominando Facebook in Meta, un chiaro segnale sulla visione dell’azienda per il futuro.

Ma cos’è esattamente il metaverso?

Nel gennaio 2020, il venture capitalist Matthew Ball ha pubblicato un po’ Appare Dove ha cercato di definire il termine. Ha affermato un po’ candidamente che è tanto difficile spiegare cos’è il metaverso quanto cercare di spiegare come è strutturata Internet oggi a qualcuno che vive nel 1982.

Non ultimo perché è complicato perché parte del metaverso non esiste ancora e non c’è un quadro completo di cosa conterrà esattamente. La visione presentata da Microsoft non si allinea necessariamente con la visione delineata da Mark Zuckerberg.

Quindi sfortunatamente non c’è una risposta diretta alla domanda, ma puoi inizialmente pensare al metaverso come un’estensione o un supplemento all’Internet di oggi.

Metaverse non è solo un luogo o una piattaforma. Non è qualcosa che sarà sviluppato da una singola azienda tecnologica. Piuttosto, si tratta di diversi mondi virtuali che possono interagire tra loro.

Citazione di Meta, la società precedentemente nota come Facebook:

“Metaverse è una serie di ambienti virtuali in cui è possibile creare ed esplorare con altre persone che non si trovano nello stesso luogo fisico come te”, scrive l’azienda sul proprio sito. sito web.

Per saperne di più: Questo visore per realtà virtuale ti fa sembrare una cravatta

Matthew Ball ha anche provato a riassumere il metaverso in una frase un po’ più lunga e dettagliata, ma che comunque fornisce un’immagine di ciò di cui stiamo parlando:

“Il Metaverse è una rete interoperabile su larga scala di mondi virtuali 3D in tempo reale che possono essere vissuti simultaneamente e continuamente da un numero illimitato di utenti in modo efficace e con continuità di dati, come identità, cronologia, diritti, oggetti, comunicazioni e pagamenti”, skriver han.

READ  Razer inizia a vendere componenti per computer. Raffreddamento ad acqua, ventole e PSU

Per dirla un po’, Metaverse in Ball è una visione composta da molti mondi 3D in cui tutto accade in tempo reale, dove tutti possono connettersi e dove i cambiamenti continuano. I mondi e i loro utenti possono interagire tra loro e dati, identità, pagamenti e risorse digitali possono essere trasferiti tra di loro.

L’altro punto che è stato fatto è che il metaverso non solo rimane nel regno digitale, deve essere in grado di interagire con il mondo fisico. Resta da vedere esattamente come funzionerà, ma potrebbe trattarsi di portare elementi digitali nel mondo fisico con l’aiuto, ad esempio, di occhiali intelligenti.

Il Lo chiamavamo ar-cloud o mondo specchio. È un elemento nella costruzione del metaverso che si estende oltre i regni puramente digitali.

Per saperne di più: Eyes Don’t Lie – Ecco l’azienda svedese di cui stai beneficiando

Da dove viene la parola?

Se pensavi che il metaverso suonasse come preso dal cyberpunk, non sei fuori dal ciclismo. La stessa parola metaverso è stata coniata dallo scrittore di fantascienza Neil Stephenson nel romanzo incidente di neve Dal 1992.

Il metaverso del libro è una sorta di sequel di Internet sotto forma di un mondo virtuale tridimensionale abitato da avatar raffiguranti persone che comunicano con esso con l’aiuto di occhiali per realtà virtuale. Non molto diverso dal metaverso di cui stiamo parlando oggi.

Il concetto di mondi virtuali è ovviamente comune nella fantascienza, ed è successo molto prima e dopo il libro di Stevenson. spesso citato Pronto giocatore uno Di Ernst Klein del 2011 come fonte di ispirazione. Non si parla di metaversi, ma il libro parla di mondi virtuali.

Per saperne di più: Perché il network slicing è così importante per il 5G e perché viene criticato?

Perché ora tutti parlano del metaverso?

La risposta breve è che le grandi aziende tecnologiche hanno abbracciato questo concetto. Non ultimo Facebook/Meta. a fine giugno Mark Zuckerberg ha annunciato L’obiettivo generale dell’azienda (…) è aiutare a creare il metaverso.

READ  BenQ GV30 - Il primo proiettore portatile al mondo con subwoofer integrato

Anche Epic Games, meglio conosciuto per Fortnite, si è espresso a favore del metaverso. Allo stesso modo Microsoft, Nvidia e Roblox. È tutto solo un clamore e puoi contare su sempre più aziende tecnologiche, grandi e piccole, che si mettono in gioco e annunciano perché la loro tecnologia è così importante affinché il metaverso diventi una realtà.

A un livello più generale, si può probabilmente affermare che i tempi sono semplicemente maturi per iniziare a parlare del metaverso.

Pensa ai progressi tecnologici da quando Stevenson ha coniato il termine quasi 30 anni fa. Hai fatto enormi passi avanti fino a quando non inizi a toccare con mano la capacità del computer necessaria per essere in grado di costruire e, non da ultimo, sperimentare il metaverso.

Gli occhiali e le cuffie intelligenti primaverili ed estivi stanno finalmente iniziando ad avvicinarsi al livello in cui sono più utili. infrastruttura cloud e edge computing Può consentire di eseguire le applicazioni avanzate richieste senza portare una sala server in uno zaino. 5g renderanno possibile raggiungere abbastanza velocemente loro di connettersi in movimento.

Per saperne di più: La nuova maschera Snaps ha una piccola cicatrice, ma ci sono alcuni intoppi

Per rendere naturale l’interazione con i mondi virtuali e gli altri avatar sono necessarie tecnologie per il monitoraggio dei movimenti oculari, delle mani e del viso. Inoltre, i nostri volti e l’ambiente circostante devono poter essere scansionati per riprodurli digitalmente.

Dobbiamo anche ringraziare i progressi nell’intelligenza artificiale e nell’apprendimento automatico e persino la continua miniaturizzazione dei transistor che consentono di racchiudere sempre più prestazioni in un formato piccolo e portatile. Quando Stevenson ha scritto incidente di neve Il supercomputer più potente del mondo ha una potenza di calcolo molto inferiore rispetto all’iPhone 13.

Un altro sviluppo che potrebbe aprire la strada al metaverso è la tendenza con le cosiddette super applicazioni. L’esempio più famoso è il cinese Wechat, che è cresciuto da un’app di chat a un’intera economia a sé stante. Allo stesso modo, Facebook, Instagram o aziende svedesi come Truecaller o Klarna stanno aggiungendo sempre più funzionalità alle loro app. Il metaverso ha anche lo scopo di raccogliere tutto ciò che fai online oggi e un po’ di più in un unico ambiente e se stesso.

READ  Ora i prodotti Apple saranno più facili da riparare

Se chiedi agli appassionati di criptovalute c’è anche Applicazioni blockchain e NFT all’interno del metaverso. Questo tipo di soluzione tecnica può essere implementata per garantire la proprietà dei prodotti digitali.

Abbiamo avuto un assaggio di come potrebbe funzionare oggi. l’ultima primavera Venduta una casa digitale dedicata al metaverso come NFT per mezzo milione di dollari.

Per saperne di più: Con il suo nuovo visore VR, HTC sta rinunciando a combattere Facebook

Quando è qui il metaverso?

Probabilmente possiamo essere d’accordo sul fatto che nessuno premerà un pulsante e quindi la vita apparirà sul metaverso. Se il concetto è ora una realtà – come ne parliamo oggi.

La maggior parte delle persone sembra concordare sul fatto che il metaverse verrà costruito gradualmente. Gli embrioni sono già disponibili. Giochi come Fortnite e Roblox stanno diventando sempre più piattaforme per le interazioni sociali e acquisiscono costantemente nuove funzionalità e opportunità.

Meta/Facebook ha presentato Horizon, un tipo di luogo di incontro virtuale in cui gli utenti si connettono alle cuffie per la realtà virtuale per incontrarsi in una sala riunioni digitale o in un soggiorno. Startup Spatial sta lavorando a una soluzione simile. Microsoft, dal canto suo, ha mostrato come avatar digitali e persone in carne ed ossa possano coesistere nella stessa riunione di Teams.

Per saperne di più: Dimentica le riunioni video: ci rivedremo presto questa primavera

Allo stesso tempo, Nvidia sta lavorando su Omniverse, una piattaforma di collaborazione che mira a essere un hub per diversi ambienti virtuali. Qualcosa che potrebbe essere una pietra angolare del metaverso.

A lungo termine, la portata di questi servizi aumenterà, ne verranno aggiunti altri e se tutto andrà secondo i piani, alla fine cresceranno insieme fino a diventare il tipo di comunità virtuale a cui tutti possiamo connetterci.

Lo stesso Mark Zuckerberg stima che la nuova era digitale diventerà una realtà “tra cinque o dieci anni”, ha scritto Washington Post.