TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Con l’SD tutta la politica svedese si è girata a destra

Cresce a spese di M, L e KD

Questo è un testo di commento. Analisi e opinioni sono quelle dell’autore.

Il presidente dell'SD Jimmy Akesson durante la veglia elettorale del partito all'Elite Hotel Marina Tower di Naka.
Il presidente dell’SD Jimmy Akesson durante la veglia elettorale del partito all’Elite Hotel Marina Tower di Naka.

Molti credono che la squadra di destra Ha alle spalle un successo elettorale impressionante. Questo è sia giusto che sbagliato.

Se intendi la metà destra della politica, i quattro partiti borghesi e Democratici svedesi Questa è un’affermazione corretta. Dal 2002 alle elezioni di domenica, il sostegno a questi cinque partiti è aumentato di 12,1 punti percentuali. La spiegazione più importante dell’aumento è l’ingresso del Partito Democratico Svedese nel Riksdag nel 2010.

Ma se ti limiti ai quattro partiti che concordano sul fatto che Ulf Kristerson (M) sia il miglior primo ministro, una coalizione di destra, il quadro diventa completamente diverso. È M, KD, L e SD, ma non il centro.

Quando la SD è entrata nel Riksdag Dodici anni fa, questo non-gruppo costituiva il 48,5 per cento dell’elettorato. Dopo tre elezioni, i partiti hanno un’alternativa di governo e raccolgono il 49,6 per cento dell’elettorato. Quindi un modesto 1,1 per cento in più rispetto a una dozzina di anni fa.

In quel periodo, i moderati sono scesi da poco più del 30% a poco più del 19%. I liberali hanno perso 2,7 punti percentuali e il KD 0,2 punti percentuali, il tutto secondo il conteggio dei voti anticipati.

D’altra parte, i Democratici svedesi sono aumentati di quasi 15 punti percentuali, dal 5,7 al 20,5 per cento dell’elettorato.

READ  Sladen Ibrahimovic infortunato contro la Juventus

Vent’anni di transizioni di destra hanno portato alla sconfitta di tutti i partiti. Fatta eccezione per i Democratici svedesi, che hanno surclassato i rivali con lo stesso successo del gigante Glufs-Glufs. Cannibalismo, come viene comunemente chiamato negli ambienti politici.

Si potrebbe pensare È irrilevante che l’SD catturi una quota sempre crescente di elettori dei partiti borghesi. Ma direi che hai torto. Anche completamente sbagliato.

Farebbe sicuramente la differenza se i liberali fossero il più grande partito all’interno dell’attuale struttura di governo. O se i democratici svedesi. Anche un bambino in età prescolare può capirlo.

L’ingresso dei Democratici svedesi nella scena politica svedese rappresenta un completo e fondamentale spostamento a destra della politica svedese.

SD è l’unico partito che ha effettivamente successo nella politica svedese. Finora sono aumentati in ogni elezione parlamentare a cui hanno partecipato, anche in questa, anche se sembrava avviata alla sua prima sconfitta elettorale a Malmö ed Eskilstuna prima delle recenti sparatorie.

Naturalmente, altre parti li hanno copiati. Seguire i vincitori è comune in tutti i campi, anche in politica.

Ma non ha prodotto molti vincitori elettorali. Ma in un freddo ambiente sociale. Un dibattito brutale. Una politica senza volto umano.


Cinque cose a cui prestare attenzione questa settimana

  1. La Gran Bretagna si ferma
    Il funerale della Regina Elisabetta a Londra domani dovrebbe attirare la folla più numerosa della città fino ad oggi. La maggior parte sono chiusi durante il giorno o almeno durante le ore del festival. Una catena di cinema guarda gratuitamente le trasmissioni televisive. Ma le bevande analcoliche e le patatine sono vietate.
  2. Ultimo viaggio a New York?
    Almeno finché ricoprono ancora la carica di Ministro di Stato. Il ministro degli Esteri Ann Linde e il viceministro per lo sviluppo Matilda Ernkranz parteciperanno alla riunione ad alto livello delle Nazioni Unite a partire da martedì. A seconda della rapidità con cui andrà il cambio di governo, potrebbe essere la sua ultima visita a New York come ministro di gabinetto per qualche tempo.
  3. I tassi di interesse sono stati nuovamente alzati
    Martedì è atteso il nuovo rapporto sui tassi di interesse della Riksbank. La banca dovrebbe aumentare il tasso di interesse chiave dello 0,75% per frenare l’inflazione. Bene – se riesce. Ma meno positivo è il massiccio aumento dei costi che colpisce le imprese e le famiglie svedesi, insieme all’aumento dei tassi di interesse e ai forti aumenti dei prezzi.
  4. Elezioni in Italia
    Anche “Super-Mario”, l’ex presidente della Banca Centrale Europea, non ha potuto tenere insieme il governo italiano per più di un anno. Cadde anche il suo governo. Domenica ci sono nuove elezioni e non vi è alcun segno che la situazione dopo le elezioni sarà più stabile di quella attuale.
  5. Settimana calda
    La prossima settimana il cambio di regime comincerà a farsi sentire nella politica reale. Lunedì c’è l’appello nominale per le elezioni del Riksdag e del presidente neoelette. Il giorno successivo, il Riksdag fu aperto dal re. Potrebbero esserci altre cose all’ordine del giorno mentre leggi questo, ma non mentre scrivo.
READ  Classico estivo: "The Bassist" su SVT - DN.SE

Citazione della settimana

“Se si scopre che la base designata da Ulf Kristerson non è la stessa, allora ovviamente la mia porta rimane aperta”.

Magdalena Anderson, Primo Ministro uscente (S)

Unisciti al nostro gruppo di opinione

Ti piacerebbe partecipare e rispondere ai sondaggi di Demoscope dove scopriamo cosa pensano gli svedesi, ad esempio, delle questioni sociali e della politica? Tra gli altri, i risultati sono presentati in Aftonbladet. La risposta è volontaria, sei anonimo e puoi rinunciare in qualsiasi momento. Fare clic sul collegamento per registrarsi.