TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Carl Johann von Seth: Ecco perché l'inflazione aumenta: questo influisce sul tasso di interesse

L’inflazione è in aumento. di nuovo.

Sembra fastidioso e inquietante, ma non è così pericoloso. Sicuramente abbiamo assistito ad un leggero aumento dell'inflazione a gennaio, secondo i nuovi dati di Statistics Sweden. L'indice ufficiale dell'inflazione CPI è salito dal 4,4 al 5,4%.

L'indice obiettivo CPIF della Riksbank – che filtra l'aumento dei pagamenti di interessi alle famiglie – è passato da un passo vicino all'obiettivo, 2,3% a dicembre, a 3,3% a gennaio.

Dietro questo aumento c'è Modello ad incastro.

A rigor di termini, abbiamo notato un calo dei prezzi il mese scorso, che è sempre la tendenza di gennaio. L'unico problema è che i prezzi sono un po' più bassi del solito. Confrontando il livello dei prezzi con lo stesso mese dell'anno scorso, quando i prezzi erano scesi in modo eccezionale, il risultato è un balzo in alto della curva.

Ma perché i prezzi sono scesi così insolitamente poco?

Una spiegazione è questa Le vendite stagionali di abbigliamento e mobili non sono state così generose come si sperava. Nel frattempo, il consueto calo di gennaio è stato interrotto da alcuni insoliti aumenti dei prezzi.

Ad esempio, i prezzi dell'energia elettrica sono aumentati in modo un po' inaspettato, in parte a causa dell'aumento dell'imposta sull'energia elettrica. Anche i prezzi dei generi alimentari sono aumentati, sebbene su livelli piuttosto modesti. Anche gli affitti e i canoni delle unità abitative sono aumentati più del solito. Ciò era ampiamente previsto, anche nelle previsioni della Riksbank.

In ogni caso non dovrebbe essere hackerato Viene interpretato come una rottura di tendenza. L’inflazione indica ancora un calo.

Se si guarda indietro agli ultimi sei mesi, il livello dei prezzi ha sostanzialmente smesso di salire. Quattro quinti degli aumenti di prezzo osservati lo scorso anno si sono verificati tra gennaio e maggio dello scorso anno.

READ  Il Nasdaq si trasferisce a Clara Zenit - affittando 8.300 metri quadrati da Vasakronan

In altre parole, la primavera del 2023 sembra essere diventata la fase finale del grande shock inflazionistico. Il rialzo previsto per la primavera è legato soprattutto alla tecnologia informatica.

Cosa dobbiamo fare allo stesso tempo In futuro si tratterà di una sorta di sindrome post-inflazionistica, con effetti incerti su tutto il corpo dell’economia sociale.

Alcune tariffe, come quella dell'acqua e delle fognature, vengono raramente aumentate. Il fatto che qui i prezzi siano ancora elevati non è dovuto alla continua elevata pressione sui costi, ma piuttosto al fatto che le aziende adeguano le loro fatture a lungo termine. La decisione di aumentare potrebbe essere già stata presa un anno fa.

Ci sono anche altri casi particolari. In aumento anche gli affitti e le spese condominiali, ma soprattutto a causa dell'aumento dei tassi di interesse. Quindi, non è una vera idea aumentare ulteriormente i tassi di interesse per fermare ulteriori aumenti delle commissioni.

Ma esiste anche questo Alcuni degli enigmi più difficili.

Perché, ad esempio, i prezzi dei generi alimentari sono tornati a salire? Sarebbe logico che in questo momento ci fosse una maggiore pressione sui prezzi, dato l’aumento del valore della corona e il calo dei prezzi delle materie prime.

Perché le vendite di gennaio non sono state maggiori? Gli svedesi tengono duro al portafoglio. La reazione delle aziende dovrebbe essere quella di iniziare un’altra guerra dei prezzi. Non sembra che lo siano.

Alla Riksbank tali andamenti possono essere interpretati nel senso che la sindrome post-inflazione comporta un certo rischio di recidiva. Lo shock dei prezzi degli ultimi anni ha avuto effetti duraturi.

READ  Grande interesse da parte dei leader mondiali nel celebrare a Pechino le nuove Vie della Seta

La speranza continua a vivere A proposito di tagli ai tassi di interesse, forse anche prima della fine della scuola. Ma perché la questione possa effettivamente concludersi è necessaria una maggiore certezza sul futuro. I numeri di gennaio non suggeriscono alcun dramma, ma non forniscono nemmeno ulteriori certezze.

Per saperne di più: Gli analisti ritengono che i tassi di interesse diminuiranno