TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Calcio: Evoluzione: nuove immagini diffuse nella chat con Pontus Jansson

Calcio: Evoluzione: nuove immagini diffuse nella chat con Pontus Jansson

Le prime indagini su Pontus Jansson mostrano che ha risposto con un emoji ridente a una dichiarazione antisemita in una conversazione in chat. Tuttavia, lunedì pomeriggio, è stata pubblicata una nuova versione della chat che potrebbe mettere sotto una nuova luce l'emoji ridente di Jansson.

Nella nuova versione tra la dichiarazione antisemita e la risposta di Jansson sono state scritte diverse lettere.

– È un vero peccato che le conversazioni chat pubblicate nell'atto di indagine preliminare non corrispondano alle chat originali, come sembra essere il caso, afferma il legale rappresentante di Pontus Jansson, Victor Isero, poi aggiunge:

– Le chiacchiere che circolano oggi sono tali che ci facciamo l'idea che siano vere e non abbiamo motivo di dubitarne.

Hai visto con i tuoi occhi la chat originale sul cellulare Pontus Jansson?

– No, non ce l'ho.

“chiamalo”

Il procuratore incaricato del caso, Henrik Nordquist, afferma che indagheranno ulteriormente sulla questione.

– Non so se è stato manipolato. Se Pontus ha dell'anice, possiamo contattarlo e ottenere le informazioni disponibili. Vogliamo che tutto vada bene. Non c’era alcuno scopo o programma da manipolare in alcun modo. Controlleremo se le informazioni sono disponibili. “Non entriamo nella vera e propria applicazione WhatsApp”, afferma.

“Ci sono differenze?”

Al canale di calcio Niklas Karlen, amministratore delegato del Malmö FF, afferma che il club non vuole ancora trarre conclusioni.

Prendiamo la questione sul serio e lo abbiamo già annunciato in precedenza. Ma allo stesso tempo non vogliamo ancora trarre alcuna conclusione perché abbiamo appena ricevuto l'indagine preliminare. Ci sono differenze tra questo e ciò che sappiamo dalle conversazioni avute in precedenza con Pontus. Quindi non voglio ancora trarne alcuna conclusione. “Dovremmo avere più tempo per poter raccogliere tutti i fatti e poi poter prendere una decisione”, afferma Karlinen.

READ  L'Ucraina ha battuto la Scozia, pronta per la finale