TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Buono per l’equilibrio: cammina in punta di piedi

Stai su una gamba e chiudi gli occhi mentre ti lavi i denti. Probabilmente è un esercizio di equilibrio di cui hai sentito parlare? Ma ci sono modi migliori per praticare l’abilità! Camminare in punta di piedi, per esempio.

BL’equilibrio nel movimento va allenato, perché è allora che ne abbiamo bisogno.

Se ci alleniamo per mantenere l’equilibrio su una gamba, siamo perfettamente in grado di stare in piedi su una gamba sola, ma è qualcosa di cui raramente abbiamo bisogno nella vita di tutti i giorni, afferma Eva Ekval Hansson, professoressa di terapia fisica e una delle maggiori esperte svedesi di vertigini. ed equilibrio.

Quindi, a meno che tu non preveda di spezzarti come un fenicottero, c’è un altro allenamento per l’equilibrio più efficace su cui dovresti concentrarti per ottenere risultati.

paura di cadere

Praticare l’equilibrio è una delle cose migliori che puoi fare per mantenere un’elevata qualità della vita in età avanzata.

Il cattivo equilibrio spesso vincola l’intera vita. Anche se non cadi, spesso temi di cadere e limiti la tua vita. Rimani a casa e diventi più letargico, il che a sua volta ti fa dormire peggio e ti deprime più facilmente. Per vivere una bella vita in età avanzata, l’equilibrio è importante.

Un buon equilibrio prolunga la vita

Allena il tuo equilibrio a casa

Tutti gli esercizi di equilibrio dovrebbero svolgersi in un ambiente sicuro e protetto. Inizia da casa e posizionati in modo da non cadere o colpirti.

Il primo consiglio di Eva è semplice, ma può essere difficile da padroneggiare. Pertanto, è una buona idea stare al sicuro in un angolo con una sedia rivolta all’indietro di fronte a te.

READ  La carenza di neurologi in 14 regioni

– È un buon punto di partenza. Se perdi l’equilibrio, puoi appoggiarti all’angolo del muro e tenere lo schienale della sedia di fronte a te.

Stai in piedi con i piedi vicini. Quindi chiudi gli occhi e scuoti vigorosamente la testa.

Questo esercizio sfida l’orecchio interno. Può essere scomodo se ti vengono le vertigini, ma non è pericoloso. Ripeti questo esercizio di tanto in tanto e noterai che nel tempo diventa meno difficile.

VEDERE ANCHE: 5 modi inaspettati ed efficaci per allenarsi – Per chi odia l’allenamento

DOPO IL COMMERCIALE: LEGGI ANCHE: 5 modi inaspettati ed efficaci per allenarsi – Per chi odia l’allenamento

(1:27)

Riproduci il suono

Quando non è più difficile, fai lo stesso stando seduto e alzandoti dal divano.

– Se ti senti come se stessi cadendo, siediti sul divano e lascia che il tuo equilibrio si riprenda. È anche un ambiente sicuro e protetto in cui è innocuo sfidare l’equilibrio.

Esercitare l’equilibrio in movimento

L’equilibrio è movimento. Pertanto, dobbiamo anche allenare l’equilibrio nel movimento. Il seguente consiglio di Eva è anche facile da fare a casa.

Camminando in punta di piedi. Quindi passa a camminare sui talloni. Fallo ogni mattina e ogni sera mentre ti lavi i denti, per esempio. Prova anche a ribaltare una linea, ad esempio una fuga nel parquet.

– Se la situazione è molto instabile fin dall’inizio, cammina lungo il muro e trascina la punta delle dita lungo il muro. Quindi la sensazione della pelle aiuta a mantenere l’equilibrio e puoi avere una buona presa sul muro se stai per cadere.

Anche i movimenti rapidi di occhi e testa sfidano l’equilibrio. Quindi, quando ti senti al sicuro camminando in punta di piedi, fai avanzare l’esercizio guardando rapidamente da una direzione all’altra allo stesso tempo.

Matilda vive con una ciste allo stomaco: ‘Mi hai salvato la vita’

Squat sfida l’equilibrio

Anche la stabilità delle articolazioni della punta e della caviglia è importante per mantenere un buon equilibrio. Eseguire squat è un buon esercizio per questo. Oppure piegati in avanti e rialzati.

Pensa a tutti i momenti di equilibrio che sono difficili per te e praticali. Solo praticando ciò che è difficile miglioreremo.

Allena il tuo equilibrio nel bosco

Eva Ekval Hansson consiglia che camminare su un terreno irregolare è un esercizio di equilibrio semplice ed efficace.

Camminare nei boschi è fantastico. Ci sono così tante impressioni sia dalla vista che dall’udito che il cervello deve ordinare ed elaborare, mentre il percorso è irregolare e devi sempre alzare i piedi in modo diverso. È un ottimo esercizio di equilibrio. E l’allenamento muscolare, che è anche importante. Un buon equilibrio richiede muscoli forti. Inoltre, è una forma delicata di esercizio.

Comunque è bene avere compagnia.

Devi osare sfidare l’equilibrio per allenarlo

Essere in grado di mettere due dita sul braccio dell’altro mentre si cammina può aiutare molto. E la sicurezza è importante. Devi osare sfidare l’equilibrio per allenarlo. Devi essere sfidato per superare le paure, ma dovrebbe sempre essere fatto in un ambiente sicuro e protetto, non posso sottolinearlo abbastanza. Avere compagnia mentre si cammina è una grande sicurezza per molti.

Cerca aiuto con vertigini e problemi di equilibrio

Eva sottolinea che di solito è disponibile un buon aiuto per migliorare il cattivo equilibrio.

Se cerchi aiuto per vertigini e problemi di equilibrio, non accettare mai la frase “Dipende dall’età, non puoi farci niente”. Visita un fisioterapista che ha l’equilibrio e le vertigini come specialità. Per questo non è richiesto alcun rinvio, ma puoi prenotare tu stesso un appuntamento. Quindi ti vengono dati esercizi che si adattano alle tue condizioni e aiutano a seguire il tuo allenamento.

Vedi anche: Guida alla forza: 3 semplici esercizi per l’anca

Dopo lo spot: Vedi anche: Guida alla forza: 3 semplici esercizi per l’anca

(1:53)

Riproduci il suono

In molti comuni ci sono anche gruppi di equilibrio per anziani che puoi contattare tramite il centro sanitario. Lì, l’equilibrio viene sfidato e addestrato in un gruppo, insieme a personale infermieristico qualificato.

Spesso si ottengono grandi risultati dall’allenamento dell’equilibrio, afferma Eva Ekvall Hansson, indipendentemente dal fatto che la persona abbia 60, 70 o 90 anni. Il corpo è impareggiabile nel ripristinare la funzione che ha perso. Non è mai troppo tardi!