TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bere meno alcol? Consigli dello psicologo per il successo


Ridurre il consumo di alcol da soli può essere una sfida. Qui, Sarah Woolhead Finn, una psicologa che lavora presso il centro per le dipendenze di Stoccolma, le dà i suoi migliori consigli su come avere successo.

SI veneziani amano bere alcolici. secondo Autorità sanitaria pubblica Tre adulti su quattro bevono alcolici e nel 2020 abbiamo bevuto 8,5 litri di alcol puro per residente, di età pari o superiore a 15 anni, secondo il Associazione centrale per l’informazione su alcol e droghe, CAN.

Tuttavia, i sondaggi mostrano che il consumo di alcol è in calo: dal 2011 il consumo è diminuito di circa un decimo. Il fatto che molte persone stiano valutando attivamente quanto stanno bevendo è stato anche chiarito quando in un sondaggio allas.se ha chiesto ai lettori di rispondere a domande sulle loro abitudini nel bere. Nel sondaggio, il 35 per cento ha risposto che a un certo punto aveva cercato di ridurre l’assunzione di alcol.

Vedi anche: Maria beveva ogni giorno un sacchetto in una scatola: “L’alcol era il mio migliore amico”

Dopo lo spot: Vedi anche: Maria beveva un sacchetto in una scatola al giorno: “L’alcol era il mio migliore amico”

(4:59)

Riproduci il suono

Dieci tazze a settimana è la norma

Ma quanto alcol è eccessivo? E cosa dovresti fare per riuscire a ridurre i tuoi consumi?

Sarah Walide Finn è una psichiatra e un medico presso l’Alcool and Health Reception di Riddargatan 1 a Stoccolma, parte del Centro per le dipendenze, e ogni giorno incontra persone che cercano di combattere il loro consumo di alcol. Conduce anche ricerche sul campo presso il Karolinska Institutet. Sarah dice che il consumo rischioso massimo oggi è di dieci tazze standard a settimana e un massimo di quattro tazze standard in ogni occasione.

Abbiamo tutti una sensibilità diversa all’alcol. Alcuni sono influenzati negativamente all’inizio anche a bassi livelli di consumo, mentre altri possono bere troppo per molto tempo senza risentirne. Quello che sappiamo dalla ricerca è che dieci tazze a settimana sono una norma. Se bevi di più, sappiamo che il tuo rischio di sviluppare una malattia correlata all’alcol aumenta, quindi dovresti pensare alle tue abitudini di consumo, dice.

Ritratto di Sarah Wellhead Fenn, psicologa al Berondecentrum Stoccolma.

Sarah Wellhead Finn.

Foto: privato

Il consumo eccessivo di alcol può portare a gravi rischi per la salute

L’uso eccessivo di alcol, oltre al rischio a lungo termine di sviluppare una forte dipendenza, può aumentare i rischi di ipertensione, cancro e molte diagnosi di salute mentale a lungo termine. L’alcol può anche esacerbare una serie di malattie, come la psoriasi e l’eczema. Diventi anche più suscettibile alle infezioni. Inoltre, ci sono conseguenze più evidenti dell’alcol: liti, incidenti, violenze contro le donne sono alcuni esempi di fenomeni che aumentano quando si parla di alcol.

Un altro segno che potresti bere troppo è una perdita di controllo, è difficile smettere dopo qualche drink o stai bevendo più di quanto volevi. Pensi anche di più all’alcol e senti il ​​bisogno di berlo. Un altro segno comune è che ti senti più stanco ed esausto. Sarah dice che stai dormendo peggio e non stai bene.

Entrare in conflitto con gli altri è un altro chiaro segnale di avvertimento.

– Forse è il partner o gli amici che reagiscono al suo bere, e quindi questo porta a una discussione oa un conflitto.

Guarda il video: Ecco 8 segnali che indicano che stai bevendo troppo alcol

Dopo l’annuncio: Guarda il video: ecco 8 segnali che indicano che stai bevendo troppo alcol

(1:20)

Riproduci il suono

Suggerimenti su come ridurre l’alcol

Per ridurre con successo i consumi, non esiste un metodo universale che funzioni per tutti. Sarah sottolinea che, poiché gli effetti dell’alcol sono così individuali, è difficile fornire una guida generale, ma ci sono trucchi e suggerimenti che puoi provare se hai bisogno di una guida.

– La prima cosa che penso dovresti fare è pensare ai vantaggi che otterrai dal ridimensionamento e agli svantaggi che potresti evitare. Può rafforzare la motivazione di un individuo a fare un cambiamento. Quindi, è una buona idea fare un piano con obiettivi chiari: quanti bicchieri dovrei abbassare e durante il periodo di tempo dovrei usarli.

Poi Sarah suggerisce di tenere un diario. Annotare quanto bevi giorno dopo giorno, anche nei giorni in cui non bevi nulla, di solito funziona bene.

– In questo modo avrai una visione chiara e corretta del tuo comportamento. In generale, facciamo fatica a controllarci, ma attraverso un diario possiamo in parte emozionarci quando vediamo che le cose stanno andando bene, e in parte scoprire i fattori che influenzano quando le cose non vanno bene.

L’abuso di alcol di Lotten ha segnato il figlio di Loki: “Ma non è colpa della madre”

Prevedibili ricadute: chiedi aiuto agli altri

Un’altra cosa importante che Sarah ha evidenziato è che dovresti renderti conto che ci si possono aspettare battute d’arresto e che è normale che le cose non vadano per il verso giusto.

Forse all’inizio conviene tagliare, ma poi arrivano le vacanze o alcune vacanze e poi diventa più difficile. Se pensi di essere senza speranza e che non funzionerà mai, sarà difficile fare un cambiamento a lungo termine. La strategia più utile è pensare a cosa puoi imparare dalla battuta d’arresto che ti aiuterà ad avere successo la prossima volta. Può anche aiutare a mantenere la motivazione a lungo termine.

Donne e alcol

Puoi leggere di più sui problemi di alcol, su come aiutare un parente e altro durante la nostra campagna #donne_alcool.

Sarah consiglia anche di coinvolgere le persone che ti circondano. Può essere un partner, un familiare o un amico. Oltre al fatto che è importante ottenere il sostegno degli altri, può anche essere più facile per te dire di no all’alcol nei contesti sociali se in precedenza hai espresso un tentativo di ridurre le spese e puoi ottenere supporto dagli altri. È anche utile pensare a contesti in cui la resistenza all’alcol è difficile.

Jet: Mia figlia mi ha aiutato a essere sobrio

Possono essere cene, dopo il lavoro con i colleghi o incontrare amici che bevono molto. Potrebbe valere la pena bere con moderazione quando sei in un ristorante e ordini un bicchiere alla volta, ma non così bene a casa di un amico che si riempie costantemente. Esercitati a dire di no, porta da bere qualcosa di analcolico e dì agli altri che vuoi ridurre sono i miei consigli qui. Molti sono preoccupati di raccontare le cose inutilmente. La stragrande maggioranza delle persone che ho incontrato sono ben accudite e accolte dai loro amici, ma poi ci sono contesti specifici in cui il bere è incoraggiato. Quindi devi pensare se dovresti essere lì o forse astenerti da queste situazioni.

Scopri i vantaggi a lungo termine

Secondo Sarah, la grande sfida è scegliere gli effetti positivi a lungo termine della riduzione del consumo rispetto agli effetti a breve termine che l’alcol può avere.

Per molti, l’alcol crea un maggiore senso di benessere e si sentono meno ansiosi e più rilassati. Alcuni bevono per essere meno nervosi, altri perché è un’abitudine sociale. Anche se pensi che alcune cose del bere possano essere divertenti e buone allo stesso tempo. Ciò che può rendere più difficile cambiare le abitudini dell’alcol è il ritardo nelle conseguenze negative. È solo un giorno dopo che ti sei svegliato con il mal di testa, per esempio. I rischi per la salute arrivano a lungo termine.

Il periodo bianco può funzionare, in alcuni casi

Avere un cosiddetto ciclo del bianco, in cui si esclude completamente l’alcol per un periodo di tempo, è un modo per ridurre il consumo. Ma secondo Sarah, non esiste una vera ricerca sul fatto che il mese bianco sia meglio che ridurre gradualmente l’assunzione di alcol.

– Penso che il mese bianco sia positivo perché il corpo si rilassa e riduce la tolleranza all’alcol. Ci sarà un’evidente pausa dall’alcol in cui potrai avere l’opportunità di riflettere sulle tue abitudini e questo aspetto può facilmente essere perso se ti limiti a ridurre. Ma il pericolo nel mese bianco è che lo prendi come reddito per aumentare il consumo di alcolici durante il resto dell’anno. D’altra parte, se aiuta a mantenere bassi i consumi nel lungo periodo, va bene. La cosa più importante è trovare ciò che ti motiva e valutare se noti che non funziona.

Allora dovresti cercare un aiuto professionale

Se stai cercando di ridurre i tuoi consumi da solo per un po’ di tempo, ma non riesci a farlo funzionare, Sarah consiglia di cercare un aiuto professionale.

Le persone spesso hanno l’idea che se cerchi aiuto, ti verrà somministrato un anti-dipendenza e mandato in un centro di cura. non è così. C’è un buon aiuto nelle cure primarie e puoi ottenere aiuto in modo anonimo tramite la linea per l’alcol o l’aiuto per l’alcol, ad esempio. Se ritieni che non sia abbastanza, puoi guardare 1177 e trovare una buona assistenza specialistica lì. In altre parole, è possibile ottenere aiuto alle tue condizioni e al tuo livello, siamo sensibili a ciò che vuole il paziente.

Bevi molto? Ecco l’aiuto per ottenere:

Sei preoccupato per il tuo consumo di alcol o per il consumo di alcol di qualcun altro? C’è un aiuto da avere!

Vårdguiden 1177 ha scritto che se ti identifichi in almeno tre delle seguenti affermazioni, è probabile che tu sia un alcolizzato:

  1. Senti un forte bisogno di bere alcolici.
  2. Trovi difficile smettere di bere una volta che inizi.
  3. Non sei riuscito a ridurre il consumo di alcolici.
  4. Dai al bere un ruolo centrale, spesso a scapito di altre cose che ritieni importanti.
  5. Puoi tollerare quantità maggiori di alcol e devi bere più alcol di prima per ottenere lo stesso effetto.
  6. Ti senti male quando non bevi alcolici e sviluppi i cosiddetti sintomi di astinenza. I sintomi di astinenza potrebbero essere tremori, nausea o difficoltà a dormire.

È possibile sbarazzarsi della dipendenza da soli senza trattamento. Suggerimenti per le cose da fare da soli sono disponibili all’indirizzo La Guida alla cura del 1177 è qui.

Per chi desidera supporto e aiuto, ci sono diverse agenzie a cui rivolgersi:

  • Alkoholhjälpen ha informazioni, supporto e aiuto. C’è anche un forum qui dove puoi condividere le tue esperienze con altri in una situazione simile. Continua a leggere Posizione.
  • Puoi raggiungere la linea dell’alcol allo 020-84 44 48. Puoi anche chiamarlo come parente. Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo Sito web della linea alcol.
  • È anche possibile rivolgersi a un centro sanitario per chiedere aiuto.
  • Cliniche per il trattamento delle dipendenze con terapisti professionisti si possono trovare in tutto il paese.
  • Ci sono anche organizzazioni senza scopo di lucro che forniscono supporto, per esempio Al-Anon / Al-Atin E il Narcotici Anonimi.

READ  La vaccinazione antinfluenzale riduce il rischio di morte dopo un infarto