TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bailan avverte dell'investimento europeo nei semiconduttori

Bailan avverte dell’investimento europeo nei semiconduttori

Il ministro del Commercio e dell’Industria Ibrahim Baylan (SocDem) solleva una bandiera di avvertimento per il piano dell’Unione europea di utilizzare i sussidi per raddoppiare la produzione di semiconduttori in Europa entro dieci anni.
Dice che il protezionismo è pericoloso per la vita.

Il ministro del Commercio e dell’Industria Ibrahim Bilan (Sud) avverte che gli investimenti sovvenzionati nell’industria dei semiconduttori nell’Unione europea potrebbero ritorcersi contro sotto forma di un aumento del protezionismo. Galleria fotografica.immagine: Jonas Extromer / TT

Significative perdite di produzione sono già una realtà nell’industria automobilistica. Ma anche altre grandi industrie, come i produttori di elettronica, stanno avendo problemi con la carenza globale di semiconduttori nel riprendersi dopo la pandemia.

I semiconduttori sono minuscoli chip che stanno diventando una caratteristica sempre più comune di tutto, dalle automobili ai tostapane, con la diffusione della digitalizzazione, della connettività e dell’automazione. La sua carenza è attualmente in cima all’agenda politica di tutto il mondo.

Trinidad e Tobago: Riesci a immaginare un investimento sovvenzionato nella produzione di semiconduttori con connettività di gruppo di veicoli in Svezia?

Se c’è interesse da parte della comunità imprenditoriale privata, puoi sederti e discutere, proprio come abbiamo fatto noi quando si trattava di batterie e idrogeno. Ma dipende anche dal tipo di problema che vuoi risolvere. Se questa è una grave carenza, allora è uno strumento molto lento, afferma il ministro del Commercio e dell’Industria Ibrahim Bilan.

Allo stesso tempo, avverte dei pericolosi effetti collaterali dei piani che l’Unione Europea ha ora iniziato a mettere in campo in questo ambito:

Questa idea che ogni paese o ogni blocco dovrebbe fabbricare cose da solo è un’idea pericolosa per la vita in un paese come la Svezia. Gran parte del nostro successo dipende dall’essere efficienti e innovativi e quindi dall’assicurarci che i nostri prodotti siano venduti in tutto il mondo.

READ  SHOCK DELLE PRESTAZIONI - La Kia EV6 GT si allontana dalla maggior parte di essa

Questo nuovo interesse per il protezionismo è in pericolo di vita. Le guerre commerciali hanno implicazioni e non sono buone.

In ritardo La giapponese Nissan ha avvertito martedì come una carenza di microchip combinata con l’aumento dei prezzi delle materie prime avrebbe spazzato via decine di miliardi di corone dal risultato durante l’anno fiscale iniziato ad aprile.

Nel frattempo, il CEO e fondatore del gigante della tecnologia Dell, Michael Dell, ha chiarito che l’industria dei computer soffrirà di una carenza di semiconduttori per molti anni a venire a causa dell’aumento della domanda e degli effetti delle sanzioni statunitensi sulle società tecnologiche cinesi.

– Ha detto in un’intervista alla rivista economica tedesca Handelsblatt che anche se gli impianti di semiconduttori venissero costruiti in tutto il mondo, ci vorrebbe del tempo.

Christian Levine, il nuovo CEO del produttore di autocarri Scania, è stato in contatto con il rapporto intermedio di lunedì in uno scenario simile, con almeno 2022 mancate accensioni sul radar.

Questa è un’attrezzatura molto complessa e hanno severi requisiti di precisione e purezza nelle loro fabbriche. Ha detto delle difficoltà che l’industria dei semiconduttori sta affrontando nell’espansione della capacità di produzione, quindi ci vorrà del tempo.

Negli Stati Uniti ce l’ha il governo Biden Ha proposto un pacchetto da 50 miliardi di dollari per costruire una nuova produzione interna di semiconduttori e il 20 maggio, il segretario al commercio degli Stati Uniti Gina Raymondo terrà un vertice con l’industria automobilistica sulla questione.

Dobbiamo rimetterci in gioco e produrre più semiconduttori negli Stati Uniti. Prima della riunione ha affermato che i problemi con le catene del valore erano molto evidenti e sottolinea come decine di migliaia di posti di lavoro sono stati persi nell’industria automobilistica statunitense solo nel mese di aprile.

READ  L'epidemia ha causato bassi tassi di natalità in molti paesi ricchi

Diversi produttori di semiconduttori pesanti come Intel, Samsung della Corea del Sud e TSMC di Taiwan hanno già sviluppato piani per importanti nuovi investimenti di capacità negli Stati Uniti.

Nel frattempo, la Commissione europea ha lanciato in primavera un’alleanza per i semiconduttori, che riunisce parti interessate, stati, aziende e ricerca per rafforzare le catene del valore europee sul campo e ridurre la dipendenza dalle consegne dall’Asia e dagli Stati Uniti.

Realtà

Contesto: l’Unione europea mira a produrre doppi semiconduttori

Il commissario dell’Unione europea Terry Breton ha incontrato i dirigenti senior di Intel statunitense e TSMC di Taiwan per discutere la possibilità di costruire fabbriche in Europa, mentre esortava 22 Stati membri ad aderire alla nuova alleanza europea per i semiconduttori.

L’obiettivo dichiarato è raddoppiare la produzione di semiconduttori dell’Unione europea e investire in tecnologia avanzata nella regione, al fine di stabilire stabilimenti entro dieci anni, che rappresentano il 20 per cento della produzione globale di semiconduttori.

Gli analisti hanno messo in guardia l’Unione europea dall’investire nella produzione e hanno invece indicato che il design dei semiconduttori sarebbe più adatto al mercato europeo. A questo proposito, il colosso dell’elettronica Apple è arrivato a marzo con una buona notizia di aver investito 1 miliardo di euro in un nuovo centro di progettazione di componenti per semiconduttori a Monaco di Baviera, in Germania.