TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Avviso di inversione degli utili di Maersk - "Caso di mercato eccezionale"

Avviso di inversione degli utili di Maersk – “Caso di mercato eccezionale”

La catena di fornitura al dettaglio non è mai stata così difficile. Durante la pandemia, sia i commercianti che i fornitori hanno dovuto adattarsi alla nuova realtà economica, innovando rapidamente e creando nuove operazioni nel giro di una notte circa. Disporre dei dati giusti per poter prendere la decisione giusta è diventato fondamentale per le aziende che devono ora prepararsi per un futuro incerto.

Molte industrie stanno affrontando una nuova realtà. Nella vendita al dettaglio, molte sfide sono legate alla catena di fornitura e al modo in cui soddisfare le esigenze in rapida evoluzione. Affinché le aziende possano impostare le proprie attività per diversi tipi di scenari, le aziende devono iniziare a fare affidamento sui dati piuttosto che sull’istinto, spiega Frederick Goranson, capo dell’ingegneria delle vendite dei paesi nordici presso Snowflake.

I dati sono il modo migliore per affrontare queste sfide in modo razionale e andare avanti. Invece di emozioni, i dati possono mostrare dove è necessario concentrare sforzi, denaro ed energia. Lavorando in modo organizzato con i tuoi dati, hai la possibilità di avere successo ed emergere più forte da questa crisi.

Nella vendita al dettaglio, le aziende devono affrontare quattro sfide principali della catena di approvvigionamento. Sfide che possono essere affrontate con una corretta gestione dei dati.

Guida al download: come iniziare la tua azienda utilizzando i dati Micro Hash.

1. Strati di sovraffollamento e spreco

All’inizio dell’anno, è stato riferito che cinque o 88 milioni di tonnellate di tutto il cibo prodotto ogni anno venivano scaricate in Europa. Spesso i fornitori rimangono bloccati nell’equilibrio tra rifiuti e accesso. Hanno troppi prodotti e quindi tolgono parti dalla fornitura, il che significa che hanno troppo poco per soddisfare le esigenze. Invece di bilanciare costantemente abbondanza e scarsità, i dati possono aiutarti a ottenere i prodotti giusti, nel posto giusto, al momento giusto.

La soluzione è analizzare i dati storici insieme a fattori esterni per prevedere meglio le necessità future. Potrebbe essere qualsiasi cosa, dal tempo agli eventi nel mondo, che vuoi mettere in relazione con questo, dice Frederick Goranson.

Mancanza di informazioni in modo da poter prendere la decisione giusta

Fornitori e rivenditori devono prendere un gran numero di decisioni quando lanciano i prodotti. A quali negozi devono inviare i prodotti? Certe dimensioni, colori o sapori funzioneranno meglio in un’area specifica o in un periodo specifico dell’anno? Queste decisioni possono fare la differenza tra profitti e perdite, ma i trader spesso non hanno informazioni sui dati esatti che possono aiutare scelte importanti.

Qui ottieni un enorme vantaggio con la scalabilità della piattaforma Snowflake. Può gestire grandi quantità di dati allo stesso modo. In precedenza, negli ambienti di analisi tradizionali, dovevi scegliere i dati che desideri analizzare, mentre ora, con quantità maggiori di dati, puoi combinare i dati provenienti da fonti diverse per prendere decisioni più informate. Ora è possibile farlo in un ambiente coeso, senza dover sacrificare prestazioni e scalabilità.

Preparazione insufficiente per eventi imprevisti

Come abbiamo visto nell’ultimo anno, crisi e recessioni economiche possono verificarsi senza preavviso. Ciò può significare la sopravvivenza o la morte di commercianti e fornitori in tutti i settori. I dati storici e le previsioni forniscono poco o nessun aiuto durante questi periodi.

Si tratta di flessibilità e agilità negli strumenti che utilizzi. Per analisti e responsabili politici, ciò significa che possono passare rapidamente da un modello a un altro, testare nuove analisi e adattarsi al mercato man mano che cambia.

Mancanza di informazioni tra il commerciante e il fornitore

Di solito il flusso di informazioni nell’inventario e nei saldi delle vendite va in una sola direzione; Da rivenditore a fornitore. I fornitori a loro volta forniscono ai rivenditori rapporti sul livello di servizio su ciò che è stato consegnato, ma questi non mostrano alcun impatto sui consumatori e non migliorano l’accessibilità sugli scaffali.

Tradizionalmente, era difficile condividere i dati tra le aziende. Hai diverse API ma spesso invii anche informazioni via e-mail e simili. Quando in alternativa è possibile condividere facilmente i dati tra diverse società e individui all’interno della stessa azienda, si creano nuove opportunità di successo per ottenere rapidamente un flusso di informazioni aggiornato da zero. Con la funzione di condivisione dei dati di Snowflake, puoi garantire che tutti i partner nella catena di fornitura abbiano le giuste informazioni e dare ai fornitori l’opportunità di lavorare con i dati stessi in modo che possano agire e interagire nel modo giusto.

Sfide prima del Black Friday

Lo stesso tipo di preparazione richiesto per le nuove sfide può essere applicato anche a eventi aziendali ricorrenti come l’imminente festa al dettaglio del Black Friday, afferma Frederick Juranson.

Il Black Friday è un evento unico per molte aziende e la capacità duratura di elaborare i dati nella scala richiesta dal Black Friday è molto costosa. Ecco una soluzione on-demand basata su cloud offerta da Snowflake estremamente utile. Ciò significa che puoi soddisfare un bisogno senza dover sostenere costi aggiuntivi. Conclude che con una soluzione basata su cloud, le aziende sono meglio attrezzate, che si tratti del Black Friday o di grandi eventi globali.

Qui puoi leggere ulteriori informazioni su come la piattaforma Snowflake può aiutare la tua azienda a integrare tutte le tue origini dati in una vista comune, creare approfondimenti e prendere decisioni migliori.

READ  Juan Manuel Correa torna in Formula 3 dopo un incidente mortale a Spa