TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Amnesty International sostiene: Navalny diventa nuovamente prigioniero di coscienza

Quando un critico del regime è tornato in Russia dopo essere stato avvelenato dal Cremlino, è stato condannato al carcere per vecchie accuse di appropriazione indebita. Da allora, l’Unione Europea e diversi importanti paesi e organizzazioni per i diritti umani hanno criticato la Russia per la decisione e per come ha gestito le manifestazioni di massa.

Amnesty International ha nominato Alexei Navalny “prigioniero di coscienza”.

Ma a febbraio, l’organizzazione per i diritti umani ha ritirato la sua decisione. Le critiche successive furono dure e furono accusati di aver picchiato il Cremlino e di essersi lasciati influenzare dalla propaganda russa.

Abbiamo certamente sottovalutato l’enorme significato simbolico che il concetto di prigioniero di coscienza porta, soprattutto in Russia. Per noi è essenzialmente un titolo onorario, ma in Russia è visto come un prestigio “, afferma Frank Johansson, Direttore delle operazioni di Amnesty Finland Hufvudstadsbladet.

ho fatto un errore

Allo stesso tempo, la Russia ha utilizzato il completo appoggio di Amnesty International per negare la sua credibilità al leader dell’opposizione.

Ora Amnesty afferma di considerare nuovamente Navalny come un prigioniero di coscienza.

Quando si è deciso di negare a Navalny questo titolo, non si è capito come il governo russo avrebbe usato tutto questo, il che è certamente ingenuo. Frank Johansson dice a HBL che il benessere di Navalny è più importante della nostra scelta al momento di interpretare accuratamente le nostre regole.

Navalny è stato privato del suo status a causa delle sue opinioni nazionaliste. In precedenza era stato critico nei confronti degli immigrati e ha preso parte a una manifestazione nazionale.

Ciò non significa che siamo d’accordo con tutto ciò che dice Navalny. Alcune delle sue precedenti dichiarazioni sono riprovevoli. Tuttavia, confermando il suo status di prigioniero di coscienza, portiamo il suo caso. Amnesty ha dichiarato in una dichiarazione di avere il diritto di vedere un medico indipendente e che è stato incarcerato senza commettere alcun crimine.

READ  La guerra in Ucraina: scoperte in un quadro strano

Prigioniero di coscienza

Prigioniero di coscienza è un termine usato dall’organizzazione per i diritti umani Amnesty International per riferirsi a persone che sono state incarcerate a causa delle loro opinioni, razza, colore della pelle, religione, lingua, razza, orientamento sessuale o credo, a condizione che non lo facciano. Violenza usata o sostenuta.

Leggi di più: Avvertimento del dottore: Navalny sta morendo nella colonia carceraria
Leggi di più: Nuova condanna Alexei Navalny – riconosciuto colpevole di diffamazione
Leggi di più: Informazioni: il ritorno di Julia Navalnaya in Russia
Reporter espresso in loco a Mosca alla fine di aprile.