TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Addio all’attore Avadi Cinema Cult Gianni Kevin

E’ stata raccontata questa sera la notizia della morte di Gianni Gavina a Bologna all’età di 81 anni. Fuori. Infatti, senza il coinvolgimento e l’amicizia della famiglia Avadi, Gianni sarebbe stato una persona gentile.
Ma se guardi da vicino la sua biografia, incontrerai un personaggio e una storia più complessi: è nato a Bologna il 9 dicembre 1940, ha frequentato la Scuola di Teatro Franco Barandi, ma in seguito è stato coinvolto nel movimento. . E la felice vita artistica della città. Insieme a Lucio Dalla, ha anche frequentato un teatro di Cabaret per iniziare ad apparire al cinema, grazie al giornalista e regista Rafael Andres, che lo ha girato nel 1968 nel gruppo “Flashback” a cui ha partecipato. Vinsero Cannes e Golden. Globo per il miglior primo lavoro.
La riunione con Puppy Avati, che si unisce all’industria del jazz e del cinema, avviene lo stesso anno con “Balsamus”, che è la storia borderline della fiaba, che viene poi tranquillamente trasmessa come “Thomas and the Musical”. . Garantito da un attore chiamato Ugo Toknasi, il nome Gianni Gavina richiederà una sceneggiatura di fantasia (con un partecipante in prima persona) per essere familiare ad attori e produttori. Diretto dal regista Avati nel 1975, il film “La mazurka del barone, della santa e del fico fiorone”.
Tuttavia, Sinezita ha accettato il comico Scholasiatta con “Boutiglion” di Mino Gurini o Luigi Filippo d’Amigo (in coppia con Lando Pussanka) “San Pascual Baylon”. D’altra parte, le collaborazioni con Buffy Avadi continuano costantemente e portano al successo di “The House with a Smiling Windows” (1976), “All the Dead – Except for the Dead” (1977) e “Lay Strel Nell Foso” . Regista polacco giovane maestro dell’horror e dell’immaginazione. Nel 1979, Gavina ha vinto il suo primo ruolo da protagonista come padre Lenov nel film “Atzalud Bader”, diretto da Pavlo Cavara e co-sceneggiato da Enzo Ungari. Seguono “L’ingorgo” di Luigi Komensini, “Il turno” di Tonino Cervi e “Please Take Care of Amelia” di Flavio Mogherini.
Ma nella vita di Gavina, Buffy Avdi torna sempre di più come guida ed eroe: alla fine lavoreranno insieme più di 20 volte, anche se non ha ancora rilasciato “Dante” che lo vede protagonista. come notaio Pietro Giardino. Uno stato avanzato “Jazz Band” e “Cinema!!!” Sono i primi veri successi popolari della serie TV. Alla fine degli anni Settanta, “Christmas Present” Ugo Bundy è stato un giocatore di poker memorabile e memorabile nel 1986, presentato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia. Gavina vi tornerà dieci anni dopo con il “Festival” (sempre diretto da Pup), che gli darà Nostro d’Argento come miglior rivale. Le interpretazioni senza l’amico dietro la macchina da presa sono episodiche: “Don’t Call Me Omar” di Steno, “Son in the Eyes” di Andrea Purpuratti, “Wedding Director” di Marco Bellocio, “Hello President” di Ricardo Milani. Un’eccezione che ha reso famoso Gianni Gavina nei primi anni ’90 è stata la serie TV “Il Commissario Sardi” di Julio Thees, e Mauricio Rodonti e Marco Seraphini dal memorabile personaggio creato dallo scrittore di gialli Lariano Machiavelli. Con la sua voce leggera, il fisico forte, le mani grandi come picche e un occasionale sorriso misterioso e adorabile, Gianni Kavina ha conquistato il pubblico televisivo, è apparso in produzioni mondiali ed è diventato persino un volto nella pubblicità.
Dall’esagerazione comica alla precisione umoristica, e dall’intensità triste e dolorosa al carattere realistico di qualsiasi uomo, aveva mille gradi di recitazione eccellente. Ma è una persona indimenticabile anche dopo un solo incontro. Con un’esagerata e gelosia per l’affetto della sua famiglia e un tono di tristezza che offuscava la risata contagiosa, Gianni ha saputo amarsi all’istante e offrire la partecipazione spontanea nota solo ai veri emiliani. Difficile ricordare una parola dei suoi colleghi e amici che non riescono a vederlo effettivamente litigare con Bubi e Antonio Avati. La loro storia parla dell’amicizia generosa e immutabile di 45 anni di vita artistica condivisa: il matrimonio immortale.

READ  Foxconn dimostra il concetto di due auto elettriche e autobus elettrici - vuole costruire per altre case automobilistiche