TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Victorious Shooter: “È incredibilmente bello”

Una vittoria era esattamente ciò di cui le calciatrici svedesi avevano bisogno nella UEFA Nations League.

Vincitrice della partita: Joanna Retting-Canerred.

Jennifer Falk, al centro, ha avuto una chance in porta e ha mantenuto la porta inviolata.

Jonas Ekstromer/TT

Jennifer Falk, al centro, ha avuto una chance in porta e ha mantenuto la porta inviolata.

I tre punti erano in qualche modo necessari dopo la sconfitta per 3-2 nella partita d’esordio contro la Spagna venerdì.

Solo la vincitrice dei gironi accede alle semifinali della UEFA Nations League, e arrivarci è fondamentale per avere la possibilità di qualificarsi ai Giochi Olimpici del prossimo anno.

I tre punti erano i più importanti di tutti. Adesso ci mettiamo in una buona posizione, quindi quelli erano punti molto importanti. “In palio c’è il biglietto olimpico e poi pensiamo solo al risultato”, dice il centrocampista kosovaro Aslani.

Allo Stadio Teofilo Battini di Castel di Sangro, gli Azzurri hanno presentato una gara forte come previsto, e la loro forza è stata rafforzata dalla vittoria fuori casa della settimana scorsa contro la Svizzera (1-0). La Svezia ha avuto difficoltà a controllare la squadra di casa ed è stato subito chiaro che non si sarebbe ripetuta la vittoria per 5-0 in Coppa del Mondo dell’estate scorsa.

Inizio inaspettato undici

Ma la punta del numero uno gialloblu del mondo ha preso la decisione.

Anche se l’Italia ha sprecato diverse buone occasioni da gol, è stata proprio questa a portare la Svezia in vantaggio per 1-0.

Nathalie Bjorn ha inviato la palla attraverso il centrocampo italiano a Lena Hurtig. L’attaccante dell’Arsenal corre verso la porta e viene fermato solo all’ultimo secondo, ma niente di meglio del tiro che si conclude con il tiro di Joanna Retting-Canered, che si insacca dalla fascia sinistra. Attraverso un difensore ho trovato la fascia destra e ho portato la Svezia in vantaggio al 14′.

Dopo la partita con la Spagna mi sono sentito… Cavolo, dobbiamo cominciare. Io e la squadra. È stata una bella sensazione, un sollievo, dice di quello che si è rivelato il gol decisivo.

Trinidad e Tobago: cosa significa questo in termini di Giochi Olimpici?

Forse non pensavo allora che sarebbe stato un gol così importante e decisivo. “È molto bello poter aiutare la squadra a ottenere questa vittoria oggi”, afferma.

Il capitano dell’Al-Ittihad Peter Gerhardsson ha sorpreso molti quando ha deciso di mettere in panchina Zisera Mosovic e di dare invece un’occasione a Jennifer Falk tra i pali contro l’Italia. Musovic è stato la prima scelta durante tutto il Mondiale quest’estate e anche nella partita inaugurale della Nations League contro la Spagna. Tuttavia, il portiere del Chelsea è stato squalificato a causa di un contrasto discutibile su uno dei gol spagnoli, e martedì è stata costretta ad accontentarsi di sedersi in panchina.

READ  Liste di partenza Pronte per il Gran Premio d'Italia Gran Premio Della Lotteria 2022 • Rima con solo $ 1 milione con contributo svedese

Falk trascorse a lungo a Castel di Sangro una serata abbastanza tranquilla. Una delle eccezioni positive è stata la parata di un tiro italiano nel primo tempo, dopo che l’arbitro aveva concesso un calcio di punizione diretto dello svedese.

Aveva anche il gol dalla sua parte.

Nuovo capitano della Nazionale

Al 68′, su calcio d’angolo, la palla cade su Lucia Di Guglielmo e subito entra di corsa il terzino sinistro, forte contro il palo ed esce. Pochi centimetri a destra e il pareggio sarebbe realtà.

L’Italia sembrava avere qualcosa di buono sotto la guida del nuovo capitano della Nazionale Andrea Sonsen, e nell’ultima mezz’ora della partita, gli svedesi erano tesi e spesso hanno dovuto lottare quando la squadra di casa ha messo pressione in porta.

Ma manca l’ultima parte, la Svezia persevera e resta la speranza gialloblù di vincere il girone.

È stato un vero sforzo da guerriero. Nel secondo tempo dobbiamo solo lottare l’uno per l’altro. “Ma non mi interessa affatto come appariva”, dice Kosovari-Aslani.

Tra un mese, la Svezia proseguirà la fase a gironi con le partite casalinghe contro Svizzera (27 ottobre) e Italia (31 ottobre). A dicembre tutto si deciderà nelle due trasferte contro Svizzera e Spagna.

Dobbiamo davvero vincere ogni partita. Possiamo vincere in diversi modi. L’abbiamo mostrato in bagno e lo abbiamo mostrato adesso. Forse non è sembrato carino, ma abbiamo vinto, dice Johanna Retting-Canered.

Lacy Mannheimer/TT

Ti è piaciuto l’articolo? Condividi con i tuoi amici.