TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un nuovo inquietante record di temperatura dell’oceano

Ricercatori provenienti da Cina, Stati Uniti, Italia e Nuova Zelanda hanno riferito che il 2022 è stato l’anno più caldo negli oceani del mondo fino ad oggi. Ciò continua una tendenza al riscaldamento degli oceani che è stata notevole dalla metà degli anni ’80, una chiara indicazione del riscaldamento globale.

Vale a dire, sono gli oceani che assorbono la maggior parte, il 90 percento, del riscaldamento globale a causa delle emissioni umane di anidride carbonica.

Fino a quando non arriveremo a zero emissioni nette, questo riscaldamento continuerà e continueremo a battere i record come abbiamo fatto quest’anno. Il professor Michael Mann dell’Università della Pennsylvania, uno degli autori del rapporto, dice ad AFP che una migliore consapevolezza e comprensione degli oceani è la chiave per essere in grado di combattere il cambiamento climatico.

con mari caldi I cambiamenti nel ciclo dell’acqua sono influenzati dal tempo. Gli eventi meteorologici estremi e le catastrofi naturali stanno aumentando di frequenza e su scala più ampia.

“Alcuni luoghi sperimentano più siccità, il che aumenta il rischio di incendi, e altri subiscono massicce inondazioni da forti piogge, che sono spesso potenziate dall’aumento dell’evaporazione dovuto al riscaldamento degli oceani”, afferma Kevin Trenberth dell’istituto di ricerca statunitense National Atmospheric Center. Research, un altro ricercatore dietro lo studio, ha detto ad AFP.

Anche la salinità dell’oceano ha raggiunto un livello record nel 2022. L’aumento del calore dell’oceano e l’aumento della salinità hanno portato alla stratificazione dell’acqua dell’oceano, in modo che i diversi livelli non si mescolino. Ha importanti implicazioni sotto forma di perdita di ossigeno nel mare. “Questo di per sé è un incubo non solo per la vita marina ma anche per gli ecosistemi terrestri”, hanno commentato i ricercatori, secondo Agence France-Presse.

READ  "È andato terribilmente veloce" - scioccante in tedesco Senzeg dove morirono 12 persone

Lo studio è stato pubblicato in Advances in Atmospheric Sciences e si basa sui risultati di 24 ricercatori di 16 istituzioni scientifiche in tutto il mondo.

All’inizio di questa settimana, le statistiche del programma di monitoraggio ambientale Copernicus (C3S) dell’Unione Europea hanno mostrato che il 2022 è stato il quinto anno più caldo mai registrato, misurato in termini di temperature dell’aria superficiale. Temperature più elevate sono state osservate solo nel 2016, 2017, 2019 e 2020.

L’estate in Europa è stata di gran lunga la più calda del continente.