Un sondaggio dell’anno scorso ha mostrato che quasi la metà dei dipendenti di Västerbotten ha sperimentato una cultura del silenzio sul posto di lavoro. Poi il direttore regionale Kent Eliasson ha detto SVT Västerbotten Molto è stato fatto per affrontare questi problemi. Tra le altre cose, hanno prodotto materiali sulla libertà di informazione e pianificato un ampio sondaggio tra i dipendenti.

Ma quando le risposte di circa 8.000 dipendenti vengono ora aggregate in un sondaggio tra i dipendenti, i risultati sono deludenti. Sebbene l’80% affermi di sapere dove e come esprimere critiche per cattiva condotta, quasi il 20% afferma di non sentirsi al sicuro nell’esprimersi in modo critico senza subire rappresaglie.

È un segnale serio e chiaro che noi dirigenti, dipendenti e sindacati dobbiamo lavorare di più insieme per costruire una cultura del lavoro sicuro e aperto. Il direttore regionale Tommy Svensson afferma che è un prerequisito per un buon ambiente di lavoro ma anche per lo sviluppo del business In un comunicato stampa.

Il presidente locale dell’Associazione medica svedese a Västerbotten, Cecilia Nordensson, non è stata sorpresa di sentire le preoccupazioni di molti dei suoi colleghi. Tuttavia, pensa che sarebbe interessante vedere come le risposte differiscano per categoria professionale.

“Quello che vedo è che i quadri intermedi sono soprattutto quelli che non osano dire molto ai vertici, perché è troppo rischioso”, dice.

Cecilia Nordenson afferma che i responsabili delle operazioni sono i più a rischio, perché hanno grandi responsabilità ma i loro poteri sono limitati.

Sono visti come difficili se dicono troppo. Abbiamo casi in cui i manager aziendali sono stati attivamente messi a tacere, perché occupano troppo spazio o sono troppo critici.

READ  Quindi dovresti cercare aiuto con gli effetti collaterali

Secondo Cecilia Nordenson, può essere una questione di ottenere feedback sul fatto che stai prendendo molta iniziativa o, come in un caso controverso, chiedere a un manager aziendale di prendersi una pausa.