TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

TV: Partita disastrosa per Zlatan – Il Milan è toccato all’Inter

Zlatan Ibrahimovic era presente fin dall’inizio per il Milan quando la squadra ha affrontato l’Inter in Coppa Italia. Al centro degli eventi c’erano, come minimo, i 58 minuti trascorsi in campo.

All’inizio della partita, Zlatan ha ricevuto un cenno del capo che è caduto proprio fuori dal palo. Per quanto riguarda “Ibra”, avrai un ritorno dopo mezz’ora di gioco. Ha ricevuto la palla fuori dall’area di rigore e, dopo essere stato mandato avanti, ha piazzato 1-0 nell’angolo più lontano. Un obiettivo svedese di prim’ordine.

Alla fine del primo tempo è scoppiata una grande rissa con Zlatan e Romelu Lukaku, ex compagni di squadra del Manchester United, al centro. Entrambi hanno misurato le loro fronti l’una contro l’altra e hanno fatto difendere i loro compagni di squadra da Lukaku per non effettuare ulteriori attacchi contro lo svedese.

Secondo Football-Italia, Lukaku avrebbe detto cose offensive sulla moglie di Zlatan, mentre lo svedese avrebbe definito Lukaku un asino.

Entrambi i giocatori sono stati avvertiti della situazione e Zlatan ha ricevuto il suo secondo cartellino giallo a poco meno di un quarto dall’inizio della seconda partita, e così è stato mostrato. L’attaccante ha mancato Aleksandr Kolarov a centrocampo ed è stato quindi costretto a chiamare il suo secondo giallo.

Poi è stata l’Inter a spingere in avanti e dopo 70 minuti di gioco Romelu Lukaku ha pareggiato un rigore.

Nei tempi supplementari Christian Eriksen potrebbe tirare una bella punizione sul 2-1 per l’Inter, il che significa che l’Inter è pronta per la semifinale di Coppa Italia.

Il tecnico del Milan Stefano Pioli per Ray Sport secondo Futbol Italia:

READ  Valore offerta nuovo pubblico: 50.000 - per corrispondenza

– È deludente uscire perché ci siamo occupati di questa competizione.

– Dimostriamo di essere una squadra forte che può reggere bene, ma giocare con dieci giocatori ha reso le cose più difficili.

L’undicesima partenza della squadra:

Inter: Handanovic – Skriniar, De Vrij, Kolarov – Darmian, Barilla, Brozovic, Vidal, Perisic – Lukaku, Alexis Sanchez

Milano: Tătărușanu – Dalot, Kjaer, Romagnoli, Hernandez – Meïte, Kessie – Saelemaekers, Diaz, Leao – Ibrahimovi