TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

TV: infranto il record italiano

La UEFA Nations League è stata decisa e la prima semifinale è stata tra Italia e Spagna, mentre la seconda semifinale tra Belgio e Francia si giocherà giovedì.

L’Italia, che ha incontrato Olanda, Polonia e Bosnia ed Erzegovina, ha battuto la propria squadra ed è passata alle semifinali. Hanno battuto la loro squadra che ha incontrato Spagna, Germania, Svizzera e Ucraina.

Quando gli elfi di apertura sono stati rilasciati, il capitano della squadra nazionale spagnola Luis Enrique ha dato una vera sorpresa. Nei suoi primi undici anni, si è schierato con il talento diciassettenne del Barcellona che ha realizzato la sua prima collezione per la nazionale con la nazionale spagnola. Kavi non ha ancora esordito con la nazionale spagnola U21, ma è entrato nell’undici di apertura della nazionale A direttamente dalla nazionale U18. Fu allora che divenne il giocatore più giovane a giocare per “La Rose” a 17 anni e 62 giorni.

La Spagna inizierà quindi la partita da sogno. Al 17 ‘, Michael O’Reilly ha trovato Ferran Torres nell’area di rigore italiana – ha annuito agli ospiti 1-0.

Dopo un po’, la Spagna era vicina all’espansione. Nella scena in lontananza, il portiere italiano Gianluigi Donnarumma ha diretto la palla sul proprio palo, con Leonardo Ponuci che ha mandato la palla all’angolo all’ultimo minuto.

L’Italia ha risposto inseguendo il bilanciatore, dove si è avvicinata quando Lorenzo Inzain ha raggiunto la posizione di artiglieria da distanza ravvicinata. Il tiro finisce di poco a lato della traversa.

La folla di casa non era soddisfatta di quello. Gli è stato dato un cartellino giallo per il gomito alla faccia di Sergio Busquets della Spagna.

READ  Anel Ahmedujik del Malmo FF potrebbe essere appropriato per il Napoli

Poco dopo, la Spagna ha approfittato del suo vantaggio di giocatori e ha aumentato il sogno italiano. Ancora una volta, Forsyth trova Ferran Torres, che di testa da distanza ravvicinata 2-0 con il secondo gol della serata.

Il capitano della nazionale italiana Roberto Mancini ha risposto effettuando diverse sostituzioni nel secondo tempo. Federico Bernadette, Lorenzo Einstein e Marco Verratti hanno dovuto lasciare il posto a Giorgio Cilini, Moise Keane e Manuel Locatelle ore prima della partita: è andata un po’ meglio.

L’Italia rischia il contropiede, mentre la Spagna ha più possesso palla. Sisa ha sparato al palo insieme agli altri. Anche la Spagna è stata vicina al 3-0 in diverse occasioni.

Ma alla fine l’Italia avrà il dividendo. In un angolo spagnolo, l’Italia si è girata rapidamente e Sisa ha ridotto l’entrato Lorenzo Pellegrini sul 2-1.

Dopo di che, c’è stata molta palla in Spagna e la scommessa è stata costruita sul giocare la partita. L’Italia, a caccia di palla con fame. Ma non era redditizio.

La Spagna ha mantenuto il risultato e ha vinto 2-1, battendo l’Italia di 37 punti senza una sconfitta record. La Spagna è pronta per la finale della Nations League contro Francia o Belgio nella seconda semifinale di giovedì.

– I tappetini da calcio sono così. A volte sono i dettagli a determinarli. Il primo tempo poteva finire tranquillamente sull’1-1. “La Spagna ha giocato tecnicamente bene e saremmo stati molto attenti a non lasciare un secondo gol fino alla fine del primo tempo”, ha detto il capitano della nazionale italiana Roberto Mancini all’Uefa dopo la partita.

Il centrocampista spagnolo Coke, era molto contento del risultato.

READ  Expert: 10 vini che riassumono l'Italia

– Questa è una serata storica. Dice all’Uefa che la vittoria a San Siro, in Italia, dopo che l’Italia ha stabilito il record, la rende una vittoria indimenticabile.

Italia: Donnarumma – Di Lorenzo, Bonucci, Bastoni, Emerson – Barella, Jorginho, Verratti – Chiesa, Insigne, Bernadeschi.

Spagna: Simon – Aspilicuda, Laporte, Pav Torres, Alonso – Coke, Busquets, Poet – Sarabia, Ferran Torres, Oursball.