TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tutti gli svedesi hanno finito di giocare al British Open

Tutti gli svedesi hanno finito di giocare al British Open

È stato un punto di partenza per il trio di Marcus Kinholt, Henrik Stenson e Rikard Karlberg che hanno tutti ottenuto un +2 e hanno perso di un colpo il proseguimento del weekend. Alex Noreen ha perso le sue possibilità ieri di 74 valide e ha ottenuto +5 complessivo.

Karlberg ha creato un fantasma nella buca 18, che era costoso.

Su una scala da uno a dieci, la delusione è chiaramente un nove. Alla fine ho commesso un errore enorme e ho lasciato cadere l’eruzione cutanea nel seminterrato. Ben fatto, Karlberg dice a TT.

Per Stenson, 45 anni, la serie di sconfitte all’Open è stata la prima dal 2007. Ha vinto la competizione nel 2016.

Osthuizen ha esteso il vantaggio con un record

Louis Oosthuizen ha esteso il vantaggio da ieri. Continua 64 con 65 dopo un gameplay stabile. Il sudafricano avanza di un colpo, davanti all’americano Colin Morikawa. Ha avuto un colpo postale di quattro metri all’ultima buca ed è finito con una coppia al sicuro nel vento.

– È una buona posizione in cui trovarsi prima del fine settimana, ma ci sono brave persone in classifica e sarà un grande golf, dice Auschwizen, secondo Reuters.

Per un po’, Oosthuizen ha inseguito una pista da 63 colpi, inclusa un’aquila il 14, sulla pista Royal St George al largo della costa di Sandwich, nel Kent, ma un bandito alla buca 16 ha sconvolto quel piano.

Tuttavia, 129 colpi dopo due turni del British Open è un record nei 149 anni di storia della competizione. Nick Faldo ha condiviso il precedente record di 130 colpi al Muirfield nel 1992 e Brandt Snedecker al Royal Lytham & St. Anais 2012.

READ  Pronti per giocare in massima serie

PI GOLF: guarda il fenomenale Merritt Hole In One qui (4 luglio 2021)

JavaScript deve essere abilitato per riprodurre il video

SVT non supporta la riproduzione nel browser. Quindi ti consigliamo di passare a un altro browser.

Guarda l’enorme Hole In One di Merritt qui