TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tejan Kulusevsky sulla stagione agli Europei di calcio 2021 • Juventus

Dijan Kluzewski è stato venduto dall’Atlanta alla Juventus all’inizio di questa stagione per circa 350 milioni. Il fuoriclasse della nazionale svedese ha alle spalle una stagione senza la Juventus in lotta per il titolo di Inter League. Tuttavia, la “Juve” ha preso un posto in Champions League l’anno successivo, vincendo la Supercoppa e la Coppa Italia. L’ultima partita è stata decisa da Kluchevsky.

– La mia stagione è stata altalenante, a volte buona, a volte brutta. Ma ho imparato tantissimo e ne sono felice e grato. È bello finire forte come io e la squadra, perché puoi lasciarlo così, dice.

Giochi con Cristiano Ronaldo, uno dei migliori giocatori di tutti i tempi al mondo. Cosa hai imparato da lui?

– Ha chiesto molto come si allena, come mangia. Sono decisamente concentrato su me stesso, ma ci sono così tante stelle nello zoo, dai un’occhiata e impara da tutti voi.

Come vedi vincere la Coppa Italia?

– Alla fine, è per questo che giochi, vuoi vincere. È bello avere due argomenti, sono i miei primi a livello professionale e sono contento di loro.

Durante la stagione è stato scritto che il Manchester United è interessato a te. Che ne sai di questo, resterai alla Juventus?

– Sì, voglio restare. Se vai alla Juventus a questa età, non distoglierai lo sguardo. Sapevo che lo United era interessato prima di andare allo Zue, e poi non sapevo nient’altro.

Racconta della recensione

La Juventus non è riuscita a sfidare duramente l’Inter per lo scudetto e si è qualificata per la Champions League negli ultimi turni. Kluzewski ammette che in questa stagione c’è stato un po ‘di tumulto intorno al club. È stato notato criticare la squadra.

READ  Cucina italiano: questo è ciò di cui hai bisogno

– Questo è davvero speciale. Da giocatore è difficile perché ci accorgiamo di quando succedono le cose e poi cerchi di concentrarti sul calcio, ma devi migliorare la situazione. A volte succede nel calcio e non va come previsto, dice.

La finale del trofeo contro l’Atlanta si è conclusa

Kulasevsky ha determinato la finale del trofeo contro l’Atlanta e ha fornito un assist in quella partita. Dopo uno spuntino Sweden si è messa un dito davanti alla bocca con un gesto.

– Molti hanno chiesto se questo è contro l’Atlanta, non lo è affatto, io amo l’Atlanta, sicuramente non è contro di loro. È successo che quando gioco gioco con molte emozioni ed è questo che mi tira fuori il meglio. Succede automaticamente, e se seguo un gol, non è che penso di dover fare un gesto specifico per il gol.

– Dice che è successo, non mirando specificamente a nessuno, non prendendo di mira nessuno che parlava male.

Puoi descrivere la sensazione quando hai vinto il trofeo e hai deciso?

– È stata la migliore sensazione di tutta la sua vita. Quando quella palla è arrivata verso di me, credevo fermamente che fosse un gol. Queste sono le emozioni che giochi a calcio.

– Non dovrebbe essere facile quando arrivi alla Juventus a 20 anni, è naturale andare sempre più in basso. Ma quando parli non dovresti giudicare troppo, ma nel calcio è così, siamo determinati in ogni partita. Ma nel calcio è così, siamo sempre determinati.

Come vedi l’importanza per te dell’allenatore Andrea Birlow?

– Intendeva molto perché era un brav’uomo che si prendeva cura di tutti. Questo è quello che penso. Lo stimo molto e ho fatto una bella chiacchierata con lui, anche se ha avuto cattive prestazioni. Poi ha detto che dovevo stare zitto. È un buon allenatore e forse non lo ha dimostrato in questa stagione, ma penso che sarà il migliore.

READ  Speciale P2 Jazzcotton - Lavori appena scritti, voci jazz e musica dal vivo dalle case radiofoniche di Stoccolma e Göteborg - Informazioni sulle notizie

Pensa che rimarrà al club, si dice che gli sarà permesso di andarsene?

– Penso che rimarrà.

leggi di più: “Non è disordinato – forse non è il migliore per me”
leggi di più: Maldini: Donorumma lascia il Milan quest’estate
leggi di più: In questo momento: l’Inter è partita dopo lo scudetto