TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Svezia e Polonia mobilitano aiuti umanitari per l’Ucraina

(Nuova versione). Un sostegno di poco più di 60 miliardi di corone svedesi è stato annunciato oggi alla Conferenza dei donatori per l’Ucraina a Varsavia, organizzata da Svezia e Polonia in collaborazione con l’Unione europea.

Per soddisfare le crescenti esigenze umanitarie e sostenere la comunità ucraina, la Svezia sta stanziando ulteriori 230 milioni di corone svedesi. Il primo ministro Magdalena Anderson, insieme al primo ministro polacco Mateusz Morawiecki, ha ospitato la conferenza dei donatori.

Un totale di 60 miliardi di corone svedesi, il che indica che il sostegno significativo del mondo esterno all’Ucraina rimane forte ea lungo termine, afferma il primo ministro Magdalena Andersson in un commento.

In connessione con la conferenza, il ministro dell’assistenza allo sviluppo Matilda Earncrans condurrà una tavola rotonda sulle conseguenze economiche della guerra.

Dall’invasione russa dell’Ucraina, i bisogni umanitari del Paese sono stati enormi e si prevede che aumenteranno ancora di più. Quasi 16 milioni di persone hanno bisogno di assistenza. Quasi otto milioni di persone sono in fuga in Ucraina, mentre si stima che più di cinque milioni siano fuggiti dal Paese. L’appello umanitario delle Nazioni Unite per raggiungere le persone in Ucraina con supporto e protezione salvavita vale 2,25 miliardi di dollari entro la fine di agosto. Per soddisfare le crescenti esigenze umanitarie e sostenere la popolazione ucraina, la Svezia ha annunciato oggi un ulteriore 230 milioni di corone svedesi per gli sforzi umanitari in Ucraina.

La guerra continua e le esigenze umanitarie sono in aumento. Il primo ministro Magdalena Andersson ha affermato che la Svezia contribuirà quindi con altri 230 milioni di corone svedesi. Il popolo ucraino ha bisogno del nostro sostegno e ora, dall’inizio della guerra, abbiamo contribuito con 775 milioni di corone svedesi agli sforzi umanitari in Ucraina e nella regione circostante.

READ  Dichiarato lo stato di emergenza dopo l'alluvione nell'area di New York

In connessione con la conferenza dei donatori, anche Svezia e Polonia stanno organizzando una tavola rotonda sulle conseguenze economiche della guerra. La Svezia è rappresentata dal ministro per l’assistenza allo sviluppo Matilda Ehrencrans.

Mentre ci concentriamo sugli sforzi umanitari immediati in Ucraina, dobbiamo anche considerare le conseguenze economiche a lungo termine della guerra, afferma il ministro per gli aiuti allo sviluppo Matilda Earnranks. Sarà necessario il sostegno del mondo esterno per sostenere la ripresa precoce e la ricostruzione a lungo termine.