TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Stelle sul tabù intorno al peso corporeo |  Biathlon

Stelle sul tabù intorno al peso corporeo | Biathlon

Sebastian Samuelsson e la stella norvegese del biathlon Vitel Sjestad Christiansen appartengono da molto tempo all’élite del biathlon. Il duo è noto anche per parlare di ciò che hanno in mente.

Ma c’è una cosa di cui pensano si parli molto poco: i corpi e il peso degli atleti maschi.

– Sono andato al liceo di biathlon e in quell’ambiente penso che diventi sempre più difficile per molte persone. C’è in parte la pressione sociale, ma anche il fatto che tu voglia esibirti ed è facile credere che il peso sarà un fattore importante, dice Samuelsson, e viceversa pensare che il peso corporeo non sia fondamentale per le tue prestazioni come atleta:

– Voglio fingere che questo fattore non sia così grande come molti pensano. Ovviamente questo è importante, ma a volte viene individuato come il singolo fattore più importante, e non credo. Forse quell’ultima piccola percentuale se sei già ad alto livello, ma non è qualcosa con cui devi fare i conti quando vai al liceo di sci o qualcosa del genere.

Ci sono problemi anche tra ragazzi?

Anche la stella svedese del biathlon ritiene che le donne siano più a rischio, ma ci sono problemi anche tra gli uomini.

Non c’è dubbio che c’è un corpo diverso legato alle donne e che se ne discute di più. Ma sicuramente penso che il problema esista anche tra gli uomini, ma non se ne parla molto.

– Abbiamo la responsabilità di essere chiari sul fatto che il peso non conta tanto quanto molti pensano.

– E se vado da solo, non è che ho saltato il pranzo di Natale. A volte le persone mi chiedono se mangio dolci, e sì, e a volte bevo un bicchiere di vino. Sono contrario perché rimango sempre intrappolato in questo modo. In un certo senso penso che se ti senti bene, stai andando bene.

READ  Hussam Ayesh sulla disputa con il suo vecchio compagno di squadra

Hai mai cambiato dieta?

– No, non l’ho mai fatto prima. Ma lavoriamo con un nutrizionista della squadra nazionale e proviamo a migliorare un po’ la dieta, ma poi l’aiuto di esperti è quando è già ad un livello molto alto. E penso sia importante sapere che non è qualcosa che ti viene in mente da solo e poi inizi a saltare il dessert.

– Vorrei due tipi di dolci.

“Non voglio dimagrire”

Tuttavia, la persona che ha cambiato la sua dieta negli ultimi anni è Vetle Sjåstad Christiansen. Il norvegese ha fatto un cambiamento dopo il WC 2019. Questo è stato dopo aver sofferto di problemi di salute negli anni precedenti.

– Non volevo dimagrire, ma volevo sentirmi meglio e diventare un giocatore più energico, e questo ha dato i suoi frutti quando, tra le altre cose, ho cambiato la mia dieta, dice Sjåstad Christiansen, che crede anche che ci sia un’idea sbagliata di atleti d’élite.

Lo sci di fondo e il biathlon sono sport nazionali in Norvegia e Svezia. E c’è una vecchia immagine che come praticanti dovremmo essere sani.

– Ma è vero solo in parte, a volte scegliamo atleti d’élite quando si tratta di allenamento, sonno e dieta. Ma è importante ricordare che durante il ciclo viviamo proprio come la maggior parte delle persone e ci concediamo dolci e feste.

“Il rischio di volersi espandere”

Vetle Sjåstad Christiansen concorda con Sebastian Samuelsson sul fatto che sia un po’ un tabù parlare di peso e corpi nello sport, ma è importante farlo.

– Altrimenti, c’è il rischio che la follia intorno a lei diventi ancora più grande e più persone si mettano nei guai. Sjåstad Christiansen afferma che è importante ricordare che nello sport si tratta di usare il proprio corpo per esibirsi, ma il suo aspetto non è importante.

READ  'Era molto difficile'

Il ritorno del fuoriclasse norvegese: “Come se fosse una vittoria”