TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Sono andato a Wembley in tutto il mondo

Londra. Per favore, dolci pirati d’acqua dolce – che meravigliosa battaglia navale di tempesta per una partita di calcio.

60.000 spettatori, ma sembra un aumento di cinque volte.

Stasera a Wembley sembra che il mondo intero sia schiacciato insieme, e il mondo intero ha davvero un posto.

Jorginho fa il suo piccolo tab, colpisce la palla nell’angolo destro, pur avendo il tempo di fermarsi e accelerare.

Dopo pochi minuti ci sarà spesso confusione, confusione e onesto vecchio Willervalla.

Qualcuno sta acclamando la bandierina d’angolo, qualcuno è a una buona distanza dalla tribuna, qualcuno è seduto nella linea centrale e ringrazia le nuvole.

La maglia di Leonardo Spinozola è qui, è un mucchio di dollari TV e una folla di applausi e non può provare la profonda ammirazione per questi gladiatori italiani di successo.

È impossibile provare una felicità pura e sincera per provare di nuovo qualcosa del genere.

Foto: Justin Talis / DT News Agency

Personalmente, non sono un epidemiologo abbastanza per determinare se Boris Johnson è abbastanza sicuro da consentire 60.000 visitatori a Wembley e potrebbe continuare il suo “Giorno dell’Indipendenza” nonostante la diffusione dell’infezione.

Non specificato. Non sono la persona giusta per giudicarlo.

D’altra parte, in una delle grandi cattedrali del calcio cerco di descrivervi come la gente si riempie, il suono cresce e si aspettano le semifinali, com’è il cielo quando le tribune sono così alte. Raramente conosciuto.

Il calcio è tornato a sentirsi bene.

L’effetto inevitabile del calcio davanti a palchi vuoti o sparsi è che sembra meno importante, meno epico, semplicemente meno.

Non stasera. Qui a Wembley, è enorme, enorme e copre tutto proprio così. È stato come riscoprire qualcosa che mi era mancato così tanto, che avevo dimenticato come ci si sentiva davvero.

READ  Lancia sembra una Mercedes

Tempesta. Eccellente concorrenza in tutti i sensi.

Le squadre si precipitano fuori dai blocchi e gli spagnoli prendono la palla e la allungano l’uno verso l’altro prima di iniziare a giocarci intorno.

In anticipo, c’erano molte ragioni per cui questa squadra italiana era sempre così spagnola – o almeno la più guardiana – che aveva sempre. Con i triangoli di centrocampo di Jorkinho, Verratti e Parella, puoi controllare la palla in qualsiasi partita.

Questo non è uno. Questo non è contro l’opposizione.

Sergio Baskets (64 anni), Petrie (12 anni) e Coke (oscuro) sono un fulcro con tutte le qualità e gli elementi di un gioco di centrocampo. Possono senza dubbio abbinare un pallone, ma possono anche vincerlo, portarlo, nasconderlo.

N / A. Non puoi battere questi metodi con più metodi. Devi trovare il tuo.

Dopo aver assorbito la pressione e aver resistito al lancio del pallone per un’ora, l’Italia non ha impiegato nemmeno quindici secondi per passare in vantaggio. Donarumma ha lasciato rapidamente la palla, Verratti è andato dritto in profondità e ha acceso le insegne – quindi al potere naturale Federico Cisa.

Appena preso palla Roberto Mancini ha provato a sostituirlo per almeno cinque minuti, cosa che ho fatto fatica a capire.

Personalmente, penso che dovrebbe essere sempre in campo.

C’è qualcosa nel suo incrollabile senso di speranza e prospettiva che trasforma situazioni senza speranza in obiettivi e brevi scorciatoie in successi.

Certo, papà è bravo, è tale – eppure naturalmente talentuoso cannoniere – ma non è mai stato così… decisivo.

Italia 1-0 a mezz’ora dalla fine. A mezz’ora dalla fine tutti sanno come andrebbe a finire se l’Italia fosse 1-0 – e la Spagna ha fatto la sua parte per compiere la sua parte nel gioco di ruolo.

READ  Marvin Vettori ha pensato prima di aver vinto - "ubriaco" puntato su Paulo Costa

Michael O’Reilly non ha colpito la palla quando ha cercato di sbagliare, e Danny Olmo ha macinato il suo 22esimo tiro senza segnare un goal per la partita. E poi Morata.

Sembra per lo più Alvaro Morata Sii gentile con tutto il suo mondo e non sembrare mai inferiore come lo era contro i suoi fratelli maggiori della Juventus.

In precedenza, quando hanno giocato a calcio della nazionale contro l’altro Giorgio Cielini E Leonardo Bonucci Il livello di bullismo era alto.

Ad un certo punto, Morata ha descritto la sua esperienza di incontrare Sielini entrando in una gabbia e cercando di rubare il cibo dei gorilla. Quando ora ha preso il primo posto dopo il salto, non ha osato sparare.

La storia era scritta, la fine era vicina e Alvaro Morata era chiaro nel suo ruolo di patetico, fragile perdente. Mentre l’inchiostro si asciugava nel libro di fiabe, Morata prese lui stesso la palla e sfidò sia i suoi demoni che i suoi spiriti tormentosi.

Prima verso Bonucci e Sielini, poi tra loro, infine palla in rete sul palo vicino con il lato sinistro.

La Spagna fu catturata e in pochi minuti Alvaro Morata fu finalmente salvato e rilasciato.

Ma il destino e il calcio lo raggiungeranno ancora una volta.

Cosa dicono di solito? Puoi vincere contro gli italiani, ma non li puoi mai sconfiggere.

Morata, Danny Olmo e il meraviglioso Petrie si sono precipitati negli straordinari. L’Italia ha resistito.

Cielini e Bonucci hanno fatto insieme la loro 325a partita – non hanno mai perso più di un decimo – e ora hanno scritto diversi capitoli per usare ogni trucco del libro di difesa.

READ  Lindahl bitrder Swedencare AB (publ) vid firvrv i USA o Italian, samt vid en riktad nyemission som tillfir bolaget 3,6 miljard kronor

Un classico del sesso

L’estensione si è rivelata affascinante, miracolosa e senza parole.

Poi ci siamo fermati di nuovo lì.

Sanzioni. Eminem e il suo “Lose Yourself” da Speakers at Wembley.

Se hai uno scatto, hai la possibilità di catturare tutto quello che vuoi in una volta: ti piace o ti manca?

Giorgio Cielini sogghignò e prese in giro. Alvaro Morata non ha riso.

Abbiamo pensato tutti la stessa cosa – e potrebbe averlo pensato lui stesso. Immagina che la sua sentenza sia decisiva. Immagina se perdesse qualcosa.

Sembrava quasi predeterminato, e sembrava davvero inevitabile.

Tuttavia, spero davvero che questa serata non venga ricordata come una mancanza, un sacrificio, un fallimento.

Questo è un classico, un fottuto classico completo.

In alcune occasioni durante la partita, la parte inglese del pubblico di Wembley ha cercato di iniziare il suo “ritorno a casa al calcio”, ma il fischio è arrivato rapidamente con due curve.

Questa non è la loro notte, questo non è il momento per la loro canzone.

È giusto e sbagliato. Ci occuperemo domani del destino e delle difficoltà della nazionale inglese, perché ora siamo impegnati a urlare, meravigliarci, sentire.

Sì, in un certo senso, stasera il calcio è davvero tornato a casa. Era proprio così.

Questo è quando era al suo meglio.

Foto: Claudio Villa / Getty Images Europa

Ultime notizie Tavolo da gioco Tabelle orari TV Tutte le truppe e i soldati

Pubblicato: