TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Si crede che la stagione del virus RS sia finita

Il virus RS, che ha travolto l’autunno e l’inverno, è ora in declino.

Il picco sembra essere stato raggiunto alla fine di ottobre per la regione di Stoccolma. Alla settimana 50, sono stati segnalati 96 casi, nella settimana prima del 95, rispetto a un massimo di 236 infezioni nella settimana 43, secondo le informazioni sul virus dell’Agenzia svedese per la sanità pubblica.

Un totale di 2.387 casi sono stati trovati nella regione di Stoccolma durante la stagione, fino alla settimana 50.

I bambini piccoli più colpiti dal virus RS sono i bambini piccoli. I dati nazionali mostrano che le persone di età inferiore a un anno rappresentano il 26% dei casi finora quest’anno.

Anche gli anziani sono colpiti, il 18% dei casi riguarda persone di età pari o superiore a 65 anni.

peggio al nord

La stagione di quest’anno non solo è stata caratterizzata da un numero record di infortuni, ma è iniziata anche molto presto, già a settembre.

Secondo l’agenzia di stampa Siren, la diffusione è ora maggiore al nord.

– Abbiamo iniziato la stagione in anticipo con un’onda che ha raggiunto il suo apice ed è scesa nelle parti meridionali del Paese, ma al nord c’è ancora molta attività, dice alla sirena Anasara Karnahan, epidemiologa dell’Agenzia di sanità pubblica .

Il virus si sta prendendo le vacanze di Natale

È difficile dire come sarà il resto della stagione, secondo Carnahan.

Ci può essere un rallentamento durante le vacanze di Natale e Capodanno, quando i bambini non sono nella stessa misura all’asilo e alla scuola. Poi vedremo cosa succede in primavera, se continua a bollire o se c’è una maggiore diffusione dell’infezione, dice.

READ  Analisi: Delta può causare mutazioni più pericolose

Altrimenti, subito dopo Natale, con un picco in tempo per la nona settimana di vacanze sportive, di solito si verifica la stagione del virus RS.

Sono in corso altri test

L’anno scorso non c’è stata alcuna diffusione, a causa delle restrizioni epidemiologiche.

Negli anni precedenti, in Svezia sono stati riscontrati al massimo 200-300 casi a settimana, quando era al suo peggio. Quest’anno ci sono state più di 1.000 infezioni a settimana.

Parte del grande aumento è dovuto a un aumento dei test, secondo l’Agenzia svedese per la sanità pubblica. Quando si analizzano i test sanitari per COVID-19, RS e influenza in una volta sola.