TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Sebastian Larsson risponde alle critiche della polizia: “Non trattenerti”

Con il ritorno del pubblico dai tifosi di calcio dopo l’epidemia diffusa, la lotta dei tifosi con il potere della polizia sta diventando sempre più ricordata.

Il ridimensionamento del pubblico e il divieto di bandiera sono stati esempi di misure introdotte a seguito di disordini nelle partite precedenti, il tutto secondo il modello che prende il nome dalla condition ladder.

Durante la stagione dello scorso anno, diverse squadre hanno pubblicamente dato il loro sostegno ai tifosi, tra l’altro indossando bandiere e magliette con il messaggio “Abolire lo status quo” e “Salva il calcio svedese”.

Anche la polizia è stata duramente criticata. in ottobre Ad esempio, il centrocampista dell’AIK Aleksandar Milosevic ha detto a DN che “la pro-cultura in Svezia è costantemente osteggiata dalla polizia” mentre il compagno di squadra Sebastian Larsson pensa che sia “assurdo” con il restringimento del Friends Stadium Norra stå.

foto 1 da 2
Proteste contro la scala della situazione a Norrköping.

Foto: Maxim Thori/Bildeberan

foto 2 da 2
Djurgården e AIK hanno condiviso una lettera questo autunno.

Foto: Simon Hastegard / Bildbyrån


La persona che odia quel giocatore A fare coming out e schierarsi con i suoi sostenitori e contro la polizia su questo è Per Engstrom, il capo della polizia presso la National Operations Administration (NOA).

I calciatori dovrebbero giocare a calcio e non affrontare affatto questi problemi. Lavoriamo con la sicurezza intorno agli eventi, questa è anche la sicurezza dei giocatori. Se pensi che sia perfettamente corretto bruciare Bengals, lanciare bottiglie, ecc. sul campo, penso che dovresti continuare a giocare a calcio e non comportarti in quel modo. Lei non è responsabile.

READ  Christiansen è stato scelto nel gruppo danese EC

Tuttavia, nessuno pensa che sia giusto lanciare bottiglie, giusto?

– No, ma che la polizia sia contraria al calcio, proprio in questo modo di esprimersi… Siamo un’organizzazione che difende l’ordine e la sicurezza. Non entriamo affatto in quello che fai sul ring, che si tratti di hockey, bandy o altro. Dobbiamo assicurarci che sia sicuro andare al calcio. Questa è la nostra parte. Poi, se giocano bene, arriveranno più spettatori.

Capisci che gli atteggiamenti dei giocatori contribuiscono alla polarizzazione?

– Si certo. Questo non è giustificato. Stai istigando questo da parte del giocatore e penso che sia irresponsabile.

Bear Engstrom non crede che i calciatori debbano contribuire alla polarizzazione tra la polizia ei suoi tifosi.

Bear Engstrom non crede che i calciatori debbano contribuire alla polarizzazione tra la polizia ei suoi tifosi.

Foto: Henrik Montgomery / TT

Sebastian Larsson non se ne pente Per la seconda volta, lui e molti altri giocatori e squadre di Herrallsvenskan si sono schierati con i fan nel caso degli infetti con lo status ladder. Pensava fosse importante.

– Sì, mi sentivo bene. Da qualche parte non è qualcosa che tu e il club trovate se non in un giorno, ma ci sono dialoghi in corso con tutte le parti coinvolte in questo. Per noi era importante mostrare quello che pensiamo. L’intera situazione con la scala di stato non ha funzionato e non è andata bene per nessuno. Difficile dire altro, dice il centrocampista 36enne che accoglie con calma le critiche di Bear Engstrom:

Ognuno ha il proprio approccio a una discussione come questa e il proprio modo di vederla. Questa affermazione dovrebbe rappresentarlo e, come ho detto, tengo al fatto che è stata una cosa buona da fare e non mi trattengo in alcun modo.

La polizia è stata informata che i regolamenti in materia di status ladder sono ancora in vigore in vista della stagione calcistica di quest’anno. Piuttosto, lo è La cosiddetta strategia di esclusione chi è stato presentato e Benvenuto nel club e nel tifoso.

L’idea è che l’individuo Gli autori di comportamenti disordinati saranno ritenuti responsabili, perseguiti e potenzialmente rimossi dal ring, piuttosto che gli innocenti presenti negli spalti danneggiati.

– È un po’ quello che la gente chiama da così tanto tempo, che non dovresti punire tutti e trascinare tutti oltre un crinale. E questa è probabilmente la prima volta, penso, ho letto, che la piattaforma di Norra deve essere riempita dal 2014. È semplicemente tragico che il nostro reparto talloni non sia stato in grado di riempire la sua passerella dal 2014. Quindi spera solo. Ma so anche che c’è un avvertimento quando senti delle cose e devi aspettare e vedere cosa è veramente importante quando inizi. Vogliamo tutti la grande cultura dello stand svedese e come giocatori speriamo davvero che sia consentita, afferma Sebastian Larsson.

Ma senti qualche esitazione?

Beh, o forse ho seguito di più questa discussione, non meno importante, ho visto un bel po’ di nostri fan trovare un posto nel nord a volte. Quindi può essere visto anche come un giocatore. Quello che posso dire, dal punto di vista di un giocatore, è che era scettico nel momento in cui le cose venivano dette prima. Quindi l’unica speranza. Se sono le persone che non seguono la legge e l’ordine, devi perseguire l’individuo e non tutti.

Vedremo una situazione simile in questa stagione?

Vedremo, dovremo prenderlo a seconda di cosa succede. Puoi sperare che questo sia qualcosa che non è necessario perché significherà che le cose stanno funzionando bene. Ma vedremo come sarà l’evoluzione, dice Sebastian Larsson.

Per saperne di più:

Una visione ottimista e solidale della nuova strategia di polizia: “Soffiano venti positivi”

La scala dello status è sparita: questo è ciò che la polizia dovrebbe fare ora