TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Riuscirà Tre Kronor a diventare di nuovo famoso?

Riuscirà Tre Kronor a diventare di nuovo famoso?

Questi sono tempi diversi rispetto a quando uno dei più grandi giocatori di sempre del Tre Kronor, Jonas Bergqvist, stava crescendo.

Quando era giovane e giocava a hockey nel vialetto del garage, sognava Trey Kronauer e Lexand. Fingeva di essere Dan Soderström o Mats Ahlberg.

“Ma oggi, con tutti i videogiochi e tutto il resto, conoscono ogni giocatore dell'intera NHL”, afferma Bergqvist, 61 anni, che ha arbitrato 272 partite internazionali tra il 1985 e il 1998.

Visitato di recente Programma Sportbladet Mattinata di hockey Ha detto che “fa male come una bomba” e che giocare al Tre Kronor non è così di alto profilo come lo era ai suoi tempi.

Ma non si riferiva al comportamento dei giocatori, ma piuttosto al modo in cui il marchio di quella che un tempo era conosciuta come la squadra nazionale più popolare della Svezia si era indebolito nel corso degli anni.

– È stato svalutato agli occhi del pubblico – e questa è una parte normale del panorama mediatico in cui viviamo. Prima, nessuna partita della SHL veniva trasmessa in televisione. Le partite che guardavo erano quelle giocate da Tre Kronor. “Poi le persone si sono riunite ed è diventato come un falò”, dice.

Foto: Frederick Funk

Adesso anche Tre Kronor ha degli anni bui alle spalle; Dopo aver vinto l'oro ai Mondiali del 2018, la Svezia non è nemmeno arrivata in semifinale. Per Jonas Bergqvist è un dato di fatto che il cancro abbia causato gravi danni all'interesse per la nazionale maschile.

– Se perdiamo una medaglia e arriviamo quarti, è un disastro. Dobbiamo vincere una medaglia ogni anno e dimostrare ancora e ancora che siamo uno dei migliori paesi al mondo.

Ogni anno prima del bagno È un grande argomento di discussione il numero di giocatori della NHL che hanno accettato di partecipare al torneo e, prima del suo secondo torneo come capitano della lega, Sam Hallam ha ottenuto il via libera da ben 18 giocatori.

Uno che ritiene fondamentale “fornire ossigeno alla pista e rispondere con la presenza nell'hockey svedese e nella Three Kronor”, come ha scritto in Esprimere Più recentemente, Sunny Lindstrom.

– Penso che Sam Hallam abbia sottolineato quanto sia importante che, se Trey Cronauer vuole continuare ad essere forte, debba tornare a casa ed essere un modello per altri giovani giocatori, dice l'esperto televisivo che ha giocato lui stesso due Coppe del Mondo durante la sua carriera.

Sunny Lindström dice che il gioco delle tre corone è ancora molto popolare tra i giocatori di hockey svedesi.

Foto: Mikael Fritzon/TT

Continua:

– Se vogliamo che le generazioni future abbiano le stesse opportunità di Victor Hedman ed Erik Karlsson, dobbiamo avere Trey Kronauer a gestire l'hockey svedese e ad essere il pioniere. Non lo abbiamo più da molti anni ormai.

Sebbene la Svezia produca ancora giocatori di livello mondiale, ce ne sono alcuni, secondo Lindström e Bergqvist, che sono riusciti a penetrare nel governo svedese su larga scala e diventare famosi quanto i loro predecessori come Peter Forsberg, Mats Sundin, Niklas Lidström e Henrik Lundqvist.

– C'è una grande differenza, dice Lindstrom. Si legge di loro, si sente parlare di loro, segnano punti e sono al miglior livello, ma molti non li hanno mai visti in nazionale o ai Mondiali.

Soprattutto maggio Vieni a vederli Vince In nazionale, ad eccezione dei convocati della Coppa del Mondo di quest'anno come Viktor Hedman e Joel Eriksson Ek che hanno vinto l'oro della Coppa del Mondo nel 2017.

– Penso ancora che ci sia attrazione (per la nazionale) perché se avrai un grande successo e diventerai davvero famoso nel folk, sarà attraverso Trey Kronor – Ne sono assolutamente convinto, dice Sunne Lindstrom.

Forse la persona più in cerca dell'oro della Coppa del Mondo in questo momento è il capitano 34enne Erik Karlsson. Ha vinto tre volte il Norris Trophy, il premio per il miglior difensore della NHL, ma non è mai stato un titolo di squadra importante.

Si dice che il capitano dell'Unione Sam Hallam (al centro) sia il motivo principale per cui così tanti nomi della NHL hanno accettato le partite del WC.

Foto: Björn Larsson Rosvall/TT

Jonas Bergqvist ritiene che la posizione di Trey Kronauer sia ancora alta tra i giocatori, proprio come lo era quando lui stesso era attivo:

– Lo puoi vedere in quei giocatori che dicono di sì. Probabilmente gli attribuiscono un valore troppo alto. Erik Karlsson non ha vinto nulla con Trey Kronor e vuole davvero capitalizzare perché sa quanto sia importante.

Per raggiungere lo stesso Egli menziona che ci sono buone opportunità all'orizzonte, come l'oro olimpico della squadra svedese nel 2006, e sottolinea il nuovo concetto della squadra nazionale “4 Nations Face-Off 2025”, la Coppa del Mondo in casa l'anno prossimo e i Giochi Olimpici di la NHL. L'anno seguente.

– Anche se le stelle della NHL hanno avuto successi personali incredibilmente grandi lì, c'è qualcosa di certo nel vincere per il loro paese. Ti prometto che uno dei loro sogni più grandi, tra quelli che suonano oggi al Tri Kronor, è tornare a casa a Stoccolma e incontrare la completa estasi del popolo svedese, dice Jonas Bergqvist.

Per saperne di più:

Guida alla Coppa del Mondo di hockey: La squadra svedese, gli orari della TV e la strada verso le medaglie

Preferiti, contendenti e sacco da boxe: ecco tutte le 16 squadre che partecipano alla Coppa del mondo di hockey

Malin Fransson: Värmlänningen sarà il favorito del grande pubblico

READ  Il caos della nazionale svedese di pattinaggio nella regione WC di Blanica