TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Recensione: “Da Napoli a Roma” parla di amore e tradimento.

Inizia con una famiglia giovane e felice, Vanda, Aldo e i loro due figli, e Jenga balla a una festa. Decora i bambini e potrebbe essere il momento della festa quando i genitori hanno ottant’anni quando tornano a casa attraverso i vicoli di Napoli. La bomba esplode quando i bambini dormono: lui va a letto con un’altra donna. Aveva bisogno di risposte per più di due minuti prima di poterlo perdonare.

La sua ambiguità e riluttanza sono pericolose quanto il tradimento. Fu “pompato” dalla famiglia, da Napoli a Roma e nelle mani dell’amante moderna e molto liberale. Per una madre molto vivace ma mentalmente debole (la star Alpha Rorwacher che era un po’ abusata in un ruolo insolitamente affettuoso), il matrimonio è ancora un patto che non può essere rotto, a prescindere dalle emozioni.

Chi vince la battaglia dell’amore e cosa vince esattamente? Con quali metodi? Che prezzo? Non importa quanto sei in ritardo nella vita, vale comunque la pena vedere la verità sui propri errori attraverso un occhio bianco? “Lucchi”, il titolo del film italiano e il titolo del romanzo di Dominico Starnon (“banda svedese – un romanzo di nozze”), significa cinghie, passanti, trappole ma – in una scena molto ingenua – semplicemente lacci delle scarpe. Le corde viste dalla figlia adulta (una bravissima Giovanna Mesogiorno) si allentano quando meno te lo aspetti.

C’è qualcosa in letteratura sui buoni punti di svolta E mutevoli prospettive tra personaggi e decenni. A differenza del titolo svedese, è strano sulla fotografia che non cerca mai di stupire con immagini turistiche di città mitiche. Come ha scritto splendidamente Kerstin Ekman una volta, Starnon è un’orribile onestà e una relazione insolitamente affidabile che “apre il suo segreto solo quando nasconde la causa”.

“Da Napoli a Roma” è un film su come le parole brevi o pochi secondi di dubbio determineranno la propria vita. Non nel senso romantico di tragedia, ma come intuizione di intrusione: ecco perché è successo così. Un buon bersaglio contro tutti (noi) che scelgono di credere che le bugie della vita si avvereranno man mano che si estende nel tempo.

Guarda anche Tre film con Alpha Rowwatch:amore in italiano (2009),Cuori affamati”, (2014),Cosa mi nascondi? (2016).

Leggi altre recensioni di film e TV su DN.

READ  I consigli dello chef per preparare la pizza italiana perfetta a casa