TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Raid all'alba contro la potente mafia italiana

Pubblicato il 14.05.2024 16.51

All'operazione hanno preso parte i Carabinieri, i carabinieri italiani.  Archiviare l'immagine.

La polizia italiana ha fatto irruzione in 142 presunti membri della cosiddetta mafia della 'Ndrangheta.

Nelle retate di martedì mattina sono state arrestate più di un centinaio di persone nelle regioni meridionali del Paese, tra cui membri di noti clan familiari della regione, ha riferito un funzionario della Guardia di finanza e di dogana italiana.

Oltre a coloro che sono stati privati ​​della libertà, altri 20 sono stati posti agli arresti domiciliari e altri 13 sono stati processati.

Le classificazioni criminali includono l'appartenenza alla famigerata mafia e il traffico di droga.

Il procuratore Vincenzo Capomolla ha detto ai giornalisti che il gruppo mafioso stava “soffocando” negozianti e altri uomini d'affari della città di Cosenza, uno dei più grandi clan familiari.

Tuttavia, l'attività principale della mafia è il traffico di droga, a volte con l'aiuto di bambini, afferma Capomolla.

La 'Ndrangheta ha un reddito annuo di circa 50 miliardi di euro ed è considerata la più potente delle organizzazioni criminali italiane. Si ritiene che il gruppo controlli fino all’80% del traffico europeo di cocaina.

READ  Allerta polvere: fino a 2 metri di neve sulle Alpi italiane